venerdì, 5 Giugno 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Jovanotti, a Firenze per il...

Jovanotti, a Firenze per il Tibet

-

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto “La storia della musica”, inserito nel Piano dell’Offerta Formativa della Provincia “Costruttori di cittadinanza”.

Hanno partecipato all’evento l’Istituto Tecnico Agrario di Firenze, l’Istituto professionale per ciechi Nicolodi, il Liceo Classico Dante, l’Istituto professionale per i Servizi Sociali Elsa Morante-Ginori Conti, l’Istituto tecnico Salvemini-Duca D’Aosta, l’Istituto professionale per servizi commerciali e turistici Leonardo da Vinci, l’Istituto di istruzione superiore Sassetti-Peruzzi, l’Istituto di istruzione superiore Vasari di Figline Valdarno e l’Istituto Dante Alighieri.

Il celebre cantante e autore di “Fango”, “Penso Positivo” e “L’ombelico del mondo” è arrivato in Palazzo Medici con una maglietta gialla con la scritta “Free Tibet please”. “Non l’ho indossata a caso – ha detto Jovanotti, aprendo l’incontro – l’ho cercata appositamente per mettermela oggi e incontrare voi, perché tutti insieme cerchiamo di capire cosa succede in Tibet e in Cina”.

Il Presidente della Provincia ha introdotto con un suo saluto l’incontro tra Jovanotti e gli studenti fiorentini. “Momenti come questi – ha detto il Presidente – contribuiscono ad allargare gli orizzonti della scuola, dell’apprendimento e del dialogo tra i ragazzi”. Moderatore dell’incontro è stato Red Ronnie, conduttore di famose trasmissioni televisive degli anni Ottanta e Novanta, come “Be Bop a Lula” e “Roxy Bar”.

Ultime notizie

Mascherine gratis in edicola, dove trovarle: l’elenco delle edicole che aderiscono

Dal 5 al 15 giugno in Toscana si potranno ritirare gratis dieci mascherine a testa nelle edicole: l'elenco dei giornalai che aderiscono

La città dei lettori non si ferma: “Esserci è una responsabilità”

Parla il direttore Gabriele Ametrano: "Fare cultura è un ruolo sociale. Per questo, nonostante tutto, 'La città dei lettori' 2020 ci sarà"

Vacanze con l’app Sardegna sicura (e il modulo di registrazione)

No al passaporto sanitario, sì alla registrazione obbligatoria per chi viaggia in traghetto o in areo verso l'isola. Ecco come funziona