venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Arte & Cultura La festa della donna alla...

La festa della donna alla Flog

Alla Flog si festeggia la Festa della donna. Domenica 8 marzo, infatti, a partire dalle 17,30 il Quartiere 5 propone "Fiorenza qui. Donne in bilico tra due millenni", un percorso espositivo con allestimento fotografico accompagnato dalla lettura di libri. Ingresso libero.

-

L’evento che si svolgerà alla Flog (in via Michele Mercati 24/B) è a cura di Patrizia Mazzoni, e ad ingresso libero. Nell’occasione, la città sarà vista attraverso i volti e le identità delle donne, i loro mestieri, le loro storie personali e pubbliche. Immagini e racconti che riflettono le sfaccettature della città di ieri e di oggi e le contraddizioni delle donne di ieri e di oggi, in bilico tra passato e presente. La prima suggestione nasce dall’opera “Fiorenza” fotografia elaborata in digitale de la Fiorenza del Giambologna, allegoria rinascimentale di Firenze, filtrata dall’occhio dell’artista contemporanea Daniela Corsini. La Venere Fiorenza spreme dai capelli le acque dell’Arno e del Mugnone, giocando l’allegoria della città-donna e della donna che si fa città.

Seguendo lo stesso gioco allegorico, l’evento teatrale mette continuamente in relazione testi letterari e immagini fotografiche che raccontano le donne e la città, la città vista e raccontata dalle donne e le storie delle donne della città. Gli spettatori vengono accolti e guidati attraverso un percorso espositivo di foto storiche e di opere contemporanee, prologo della performance che si terrà sul palco con Patrizia Mazzoni. Il percorso è articolato in due sezioni senza soluzione di continuità. Seguendo il suo itinerario, si passerà da Firenze com’era, vista in bianco e nero alla policromia della sua attualità. “Memorie fiorentine” è a cura di Patrizia Mazzoni e propone luoghi e volti della memoria scelti con le foto storiche provenienti da “Archivio storico di S.M.S. di Peretola-Petriolo e dall’archivio FLOG “Memoria della storia”.

“Convergenze fiorentine” sono fotografie pittoriche di Daniela Corsini, filtrista che ha “fissato” i seguenti soggetti: Fiorenza, Ratto delle Sabine, Danzatrice, After the Show, Sounds in the night, Perseo, Giuditta e Oloferne, Santa Croce, Lungarno Guicciardini. Il filtrismo è uno stile di fotografia pittorica che nasce a Firenze all’inizio del XXI secolo e sintetizza artisticamente gli studi psicologici progressivi sulla percezione dei decenni precedenti. Il percorso espositivo sarà guidato da Paolo Boschi, autore di letteratura in tema di percezione con letture di testi tratti da: “Dentro il borgo-altri volti” di Patrizia Mazzoni. “L’universo di Margherita. Storia e storie di Margherita Hack”, di Margherita Hack e Simona Cerrato, “Firenze da piccola” di Elena Stancanelli, “Le tribolazioni di una cassiera” di Anna Sam. Interpretati da Francesca De Carolis, Guido Gentilini, Andrea Lamperi, Patrizia Mazzoni. Frammenti video da: “Flussi di colore” di Daniela Corsini e musiche di Giuliana Spalletti.

 

Ultime notizie

Covid Toscana, casi ancora sopra ai 1.200: i dati del 26 febbraio

I dati del bollettino Covid della Toscana del 26 febbraio: casi di coronavirus ancora sopra quota 1200, preoccupazione per la zona rossa

Riapertura palestre, via libera alle lezioni individuali: cosa significa

Il nuovo protocollo del Cts apre alle lezioni individuali per la riapertura delle palestre: quali sono, cosa significa e da quando

Slitta ancora la riapertura delle palestre: oggi si decide fino a quando restano chiuse

Oggi la decisione sulla riapertura delle palestre: almeno un altro mese di chiusura, nel nuovo Dpcm si decide quando riapriranno

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Si allontana la zona gialla. Il colore della Toscana la prossima settimana è probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo c'è il rischio di passare da zona arancione a rossa. E intanto scatta il lockdown a Pistoia e Siena