venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniArte & Cultura''La mia scuola non fa...

”La mia scuola non fa la differenza”, un concorso dedicato a Rosa Parks

Parte il concorso letterario ''La mia scuola non fa la differenza'', contro ogni forma di discriminazione e volto quindi a promuovere le uguaglianze sociali. Proprio per questo quest'anno verrà dedicato a Rosa Parks, pilastro della lotta al razzismo e considerata ''madre dei diritti civili''.

-

Parte la seconda edizione del concorso letterario ”La mia scuola non fa la differenza”, contro ogni forma di discriminazione e volto quindi a promuovere le uguaglianze sociali. E proprio per questo, quest’anno, verrà dedicato a Rosa Parks, pilastro afroamericano della lotta al razzismo e considerata ”madre dei diritti civili”.

ROSA PARKS. “Rimase seduta a quel posto, in nome dei soprusi accumulati giorno dopo giorno e della sconfinata aspirazione delle generazioni future”. Così Martin Luther King si espresse per commentare il gesto di Rosa Parks, conosciuta come la “madre dei diritti civili”. L’attivista afroamericana, arrestata il primo dicembre del 1955 a Montgomery per non aver ceduto il proprio posto dell’autobus ad un bianco, è ancora oggi un pilastro per i sostenitori delle uguaglianze sociali, un esempio da seguire e simbolo della battaglia non violenta contro l’ingiustizia e la segregazione razziale. (Nella foto: Montgomery Bus Boycott, 1955)

UGUAGLIANZA. L’idea si inserisce nella più vasta campagna di sensibilizzazione e informazione contro tutte le discriminazioni ideata dalla Provincia di Firenze con il motto ”Liberté, Fraternité, Differenza”. E dopo il successo della precedente edizione, anche quest’anno gli studenti delle scuole superiori di Firenze e della provincia potranno creare un progetto per esprimersi contro ogni forma di discriminazione, affermando la propria idea di ”differenza”.

IL CONCORSO. Gli strumenti con cui i ragazzi potranno mettersi in gioco sono la composizione letteraria – prosa, poesia, teatro- la fotografia e la produzione video e saranno chiamati a descrivere il loro punto di vista su diritti umani e pari opportunità, disuguaglianze sociali, diseguaglianze nel mondo della scuola, immigrazione e accoglienza. Il concorso – fortemente voluto dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione della Provincia di Firenze – è aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori, dalla prima all’ultima classe. Gli studenti possono partecipare singolarmente o come classe.

ISCRIZIONE. La scheda di iscrizione a “La mia scuola non fa la differenza” deve arrivare in Palazzo Medici Riccardi entro e non oltre il 10 aprile 2012, mentre gli elaborati, che puntano sulla creatività dei ragazzi, devono pervenire non oltre il 30 aprile 2012. Le opere saranno valutate dalla giuria, composta da una commissione tecnica di tre giornalisti, secondo una serie di criteri: coerenza con le finalità del concorso, correttezza delle informazioni contenute, qualità dell’opera realizzata, originalità e creatività. La premiazione dei tre elaborati più meritevoli è in calendario per il 15 maggio e i tre vincitori saranno premiati con un Macbook Apple, un Ipad2 64gb, una fotocamera bridge Nikon coolpix p500.

IL BANDO. La promozione di “La mia scuola non fa la differenza” sarà affidata a materiale informativo distribuito nelle scuole, sulla flotta dei mezzi Ataf, attraverso un QRcode con cui lo studente può accedere ad un contenuto multimediale tramite smartphone e ad una pagina su facebook dedicata al concorso. Tutto le info su www.provincia.fi.it, link da cui è possibile scaricare il bando di iscrizione.

Ultime notizie