mercoledì, 25 Maggio 2022
HomeSezioniArte & CulturaL'Ospedale delle bambole in mostra...

L’Ospedale delle bambole in mostra alla Crumb Gallery

Una nuova mostra alla Crumb Gallery, arrivano le fotografie di Séléne de Condat con il suo progetto fermo nel tempo

-

Dal 18 febbraio al 26 marzo 2022, la Crumb Gallery a Firenze ospita il progetto fotografico l‘Hôpital des Poupées. La mostra racconta la storia dell’Ospedale delle Bambole di Roma e allo stesso tempo celebra un mestiere che sta scomparendo, immortalato nelle fotografie di Séléne de Condat.

La mostra alla Crumb Gallery

Ne “l‘Hôpital des Poupées”, la fotografa racconta la storia dell’Ospedale delle Bambole, una piccola bottega artigiana in Via Ripetta a Roma, in piedi dal 1939. In questo luogo perso nel tempo, Federico Squatriti e la madre Gelsomina, rimettono in sesto bambole di ogni epoca. Dalle più  antiche, a quelle di legno o di carta pesta, di pannolenci o di porcellana, soldatini di piombo e marionette.

I clienti dell’Ospedale sono collezionisti che provengono da tutte le parti del mondo per restaurare e riportare a nuova vita questi fascinosi oggetti e, come ogni paziente di un vero ospedale, ogni bambola viene dimessa con un referto diagnostico che indica le riparazioni subite e i consigli su come trattarla. Per chi lo desidera, si può assistere, su appuntamento, a sedute di lavoro dimostrative.

A Roma è conosciuto anche come “il negozio del terrore” per l’atmosfera un po’ inquietante della vetrina dove si affastellano teste, occhi, braccia e gambe di bambole ed è su questi particolari che si sofferma l’obbiettivo della de Condat. Dalla vetrina, si possono vedere varie parti delle bambole, dettaglio su cui la fotografa Séléne de Condat si concentra particolarmente, come se le bambole fossero veri e propri esseri umani.

Attraverso i suoi scatti l’artista ci sottopone al doloroso passare del tempo, attraverso la polvere che si stratifica sulla superficie delle poupées, negli angoli della bottega. Un luogo che emana un ché di magico e sinistro allo stesso tempo e di cui non si può che subirne il fascino.

La mostra alla Crumb Gallery vedrà esposte 25 opere fotografiche,  accompagnate da un catalogo, Collana NoLines, con testi di Rory Cappelli e della giornalista francese Marcelle Padovani, attiva dagli anni Settanta, che ha collaborato con Giovanni Falcone alla stesura del libro Cose di Cosa Nostra, pubblicato nel 1991 da Rizzoli.

L’artista

Sélène de Condat è nata a Parigi e vive tra la capitale francese, Roma e Palermo.  Si consacra alla produzione di teatro, di musica e di balletto classico in Europa e negli Stati Uniti, dove vive qualche anno. Tra le ultime esposizioni dell’artista, quella al Museo delle Fogne di Parigi (2013), dove ha presentato la storia degli ultimi fognaioli della capitale francese. Spiccano anche quella al Museo in Trastevere a Roma (2015) e la mostra al Comune di Parigi (2016) con le immagini dei éboueurs, gli spazzini, della Municipalité.

La Crumb Gallery

Crumb Gallery è stata fondata nel 2019 da Rory Cappelli, Lea Codognato, Adriana Luperto e Emanuela Mollica. Crumb Gallery #womeninart nasce come spazio esclusivo per artiste donne. Promuove, divulga, sostiene ed espone pittura, sculture, fotografie, installazioni e performance di artiste.  Crumb Gallery #womeninart vuole dare il suo piccolo contributo per ridurre il gap tra uomini e donne nel mondo dell’arte contemporanea.

 

Ultime notizie