La Madonna, attribuita al Brunelleschi, tornerà domani a risplendere coi suoi 88,5 centimetri di altezza e 60 centimetri di larghezza. L’opera, una terracotta policroma dipinta a freddo, è stata scoperta casualmente dai restauratori dell’Opificio durante un sopralluogo al vescovado di Fiesole.