mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaLucca Medievale riscoperta grazie alle...

Lucca Medievale riscoperta grazie alle ossa di animali

La Lucca Medievale riscoperta grazie alle ossa degli animali. Gli studi condotti sul materiale osteologico recuperati dal sito archeologico di Palazzo Poggi offrono infatti uno spaccato della vita medievale del capoluogo.

-

La Lucca medievale fu colpita da due gravi carestie. Questa, e molte altre informazioni sulla vita nella Lucca medievale sono state reperite grazie agli studi effettuati sulle ossa degli animali ritrovate nel sito archeologico di Palazzo Poggi in pieno centro.

Oltre a fornire preziose informazioni sull’aspetto socio-economico in cui vivevano gli abitanti di Lucca nel Medioevo, l’esame dei reperti animali nello scavo lucchese e’ stato utile anche al Museo Anatomico Veterinario di Pisa, come ha confermato la sua responsabile dottoressa Alessandra Coli, “per un riscontro determinante che ha contribuito alla ricostruzione della storia anatomica dell’animale domestico”.

Dallo studio e’ emerso che, tra il VI e il IX secolo e tra il XIII e il XIV secolo, Lucca fu colpita da due terribili carestie, durante le quali, proprio per la gravita’ della situazione e la scarsita’ di cibo, venivano macellati animali impiegati solitamente per il lavoro come l’asino, o particolarmente vicini all’uomo come il cavallo.

Sono stati ritrovati, in entrambe le epoche, anche resti di cani, che come oggi avevano una funzione di compagnia e guardia delle greggi.

 

 

 

Ultime notizie