giovedì, 22 Ottobre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Manga, ramen e robot: il...

Manga, ramen e robot: il Sol Levante si mette in mostra con ”Nimi”

L'8 e il 9 dicembre alla Stazione Leopolda di Firenze la XIV edizione dell'Expo dedicati al Giappone.

-

Volete imparare a cucinare il ramen o a doppiare e disegnare un manga? Volete cimentarvi nella danza Nihon Buyo? O scoprire (in esclusiva) i segreti dei robot domestici Apripoco? 

ARRIVA ”NIMI”. Il luogo di ritrovo per gli amanti del Sol Levante è alla Stazione Leopolda di Firenze. E’ qui che sabato 8 e domenica 9 dicembre si svolgerà ”Nimi’ – Nippon Meets Italy”, l’Expo dedicato al Giappone, alla sua cultura e alle sue tradizioni, giunto alla XIV edizione. Oltre cento gli ospiti prevnienti dal Sol Levante e una sessantina gli appuntamenti in programma tra perfomance artistiche, musica, danza, arti marziali, alta tecnologia, cibo, workshop e installazioni interattive, al festival organizzato dalle associazioni culturali Nimi e Lailac (Associazione Culturale Giapponese con sede nel capoluogo toscano), con il patrocinio del Comune di Firenze. 

MOSTRE E SPETTACOLI. Dagli origami ai robot, dalla musica ‘J Pop’ (Japanese Pop) ai manga, il programma è suddiviso in varie aree. Una dedicata alle mostre e agli spettacoli dal vivo (con molte esclusive per l’Italia), una dedicata alle arti marziali (area Budo) in cui saranno presentate tutte le discipline sportive; una dedicata al mercato degli espositori di oggettistica, moda, design, anime e manga; un’area workshop, una per i giochi e una dedicata al cibo (area Food).Tra gli eventi speciali la prima mostra in Italia del Museo della scienza Toshiba di Tokyo che porta a Firenze una parte della sua mostra permanente. In esposizione due bambole meccaniche Karakuri, precursori dei moderni robot, costruite nella metà dell’800 da Tanaka Hisashige, scienziato e fondatore della Toshiba, soprannominato ‘l’Edison orientale’ (fra le altre cose, progettò la prima locomotiva a vapore giapponese). Tanaka, all’età di 20 anni, diede alle bambole tradizionali giapponesi, già usate nelle feste Matsuri, dei movimenti sofisticati: al Festival saranno in esposizione due rari esemplari, fatte con sette legni differenti, Chahakobi (la bambola che porta il te) e Dangaeri (la bambola che scende le scale piroettando). L’omaggio del Museo Toshiba presenta anche una mostra fotografica che ripercorre la vita di Tanaka a 131 anni dalla sua morte attraverso le tante invenzioni fino alla fondazione della Toshiba.

I ROBOT. Tra le esclusive italiane la Toshiba presenterà il robot Apripoco, un interface robot per la casa che funziona da telecomando universale per tutti gli elettrodomestici di casa. L’evento è in collaborazione con il Museo della scienza Toshiba, che espone per la prima volta fuori dal Giappone. Una delegazione della Toshiba sarà inoltre ospite a Firenze per ripercorrere la storia della tecnologia giapponese. 

ARTI MARZIALI E MUSICA. Al festival presente anche l’istallazione della Suzuki Italia in cui sarà ricreato il celebre incrocio pedonale di Shibuya a Tokyo; l’esclusiva italiana della perfomance del gruppo Kamui, i maestri della spada diretti da Shimaguchi Tetsuro, coreografo delle scene di spada in Kill Bill di Quentin Tarantino (sabato e domenica, due spettacoli al giorno, ore 12 e ore 18.15). Protagonista anche la grande musica contemporanea, con il celebre compositore Toshio Hosokawa, presente al festival, e di cui verrà eseguita anche una prima assoluta (sabato 8 dicembre, ore 21, all’interno del cartellone della stagione del GAMO – Gruppo Aperto Musica Oggi). Inoltre, doppio concerto con la cantautrice pop giapponese Mika Kobayashi, acclamata come cantante di recenti sigle di anime e serie TV giapponesi come “Gundam UC”, “Guilty Crown“, “Ao no Exorcist” (sabato ore 17.45 e domenica ore 18). Nell’area Budo sarà possibile cimentarsi nelle arti marziali con il maestro Tomita Takeji, samurai tradizionale di Aikido.

MODA. Tra gli eventi collaterali, il contest di Cosplay, in cui il vestito più bello, ispirato al mondo pop giapponese, volerà a Parigi per il Japan Expo 2013 (sfilata prevista per domenica 9 dicembre, ore 14) e le selezioni dell progetto FLR55 (nome composto da Florence e 055, il prefisso fiorentino): rivolto a ragazze tra i 16 e i 28 anni, creerà una pop band tutta al femminile, a cui sarà data la possibilità di registrare un video e un nuovo singolo musicale, come quello delle AKB48, le eroine della musica pop giapponese. A disegnare la mascotte del Festival di quest’anno Aranzi Aronzo, celebre marca giapponese di oggettistica, libri e abbigliamento, diffusa in Giappone e negli USA. 

DANZA E MANGA. Tra gli spettacoli la danza tradizionale Nihon Buyo e la cerimonia del tè con la maestra Shimura Senkei che spiegherà quest’arte nata nei giardini Zen e denominata ”via”, vera disciplina del vivere quotidiano. 

WORSHOP. Il festival sarà l’occasione per imparare a creare origami ma anche per approfondire la lingua giapponese. Si potranno seguire lezioni per imparare a creare i kimono o la tecnica Shiatsu e la cucina giapponese.

Ultime notizie

La nuova giunta regionale toscana: gli assessori di Giani, i nomi

Il neo governatore Eugenio Giani annuncia gran parte della sua squadra: l'ottavo nome per la giunta arriverà tra pochi giorni. Eletto anche il presidente del Consiglio regionale

Smart working, pubblica amministrazione e privati: fino a quando? Le regole

La legge rilancio, lo stato di emergenza e i nuovi decreti del governo: il punto sulla proroga del lavoro agile per il pubblico impiego e le regole per i dipendenti del settore privato

Eredità delle donne 2020: l’evento di Serena Dandini alla Manifattura Tabacchi

Dal 23 al 25 ottobre torna in città la manifestazione che racconta il mondo attraverso gli occhi delle donne

Come fare il tampone in Toscana e come si prenota online

Prenotazioni e referti anche via web, in arrivo i test rapidi per i ragazzi delle scuole: le novità in Toscana