Alle 20.30 il coro, reduce da successi in Italia e all’estero, presenta un concerto straordinario di musica che spazia attraverso secoli e spiritualità diverse. L’assessorato alla Cultura del Comune di Firenze apre eccezionalmente la Sala dei Cinquecento per questo evento, presentato in collaborazione con il Centro Unesco di Firenze, nell’ambito del 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Il coro, formato da una trentina di coristi appartenenti a varie confessioni religiose, offre un’affascinante esperienza musicale che si inoltra nelle antichissime melodie monodiche, passando tra sublimi composizioni polifoniche, fino alla maestosità del corale.

Per questa sua apertura internazionale il coro ha eseguito concerti in Italia e all’estero, mandati in onda dalla RAI, anche in occasione del 60° anniversario dell’UNESCO a Roma. Il concerto gode del patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. Il coro è diretto dal maestro Fabio Nossal che, dopo un periodo di formazione all’Accademia Chigiana di Siena, con alcuni dei maggiori direttori d’orchestra del mondo, tra i quali Claudio Scimone e Riccardo Muti, è stato chiamato in qualità di direttore d’orchestra, di coro e organista più volte a dirigere l’Orchestra Sinfonica di Stato della Radio Televisione Moldava, l’Orchestra Stabile del Teatro Argentino di La Plata, l’Orchestra Sinfonica del Festival di Sofia e varie stagioni musicali. Particolarmente apprezzato il suo impegno didattico, anche come ispettore onorario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali in materia di Tutela e Restauro dell’Arte Organaria.