“La storia di un burattino” uscì per la prima volta sul “Giornale per i bambini” il 7 luglio del 1881, e giovedì la straordinaria creazione di Carlo Lorenzini, detto Collodi, compie 130 anni.

BUON COMPLEANNO, PINOCCHIO! Per festeggiare la figura di Pinocchio, che da oltre un secolo suggestiona e appassiona le menti di adulti e bambini, il Comune ha organizzato tutta una serie di iniziative: al primo piano del Mercato Centrale di San Lorenzo, a partire dalle 9,30, ci saranno giochi, laboratori, letture, teatro di burattini con i Pupi di Stac, musica e giochi per bambini. Verranno anche esposti disegni e dipinti per ricreare alcune scene del libro e l’atmosfera della favola.

Pinocchio_CollodiLA FIORENTINITA’ DI COLLODI. La giornata del 7 luglio si aprirà con la deposizione, alle ore 9,00, di una corona di fiori alla casa dove è nato Carlo Lorenzini, in via Taddea. «E’ giusto e doveroso – ha detto Giani- valorizzare il legame di Pinocchio con Firenze e il suo territorio. Lorenzini nacque e visse a Firenze. Erroneamente lui e il suo celebre romanzo sono stati identificati con il volgo pesciatino di Collodi pseudonimo scelto perché Collodi era il paese natale della mamma di questo grande scrittore».

PINOCCHIO E GLI ITALIANI. Dalle 10 è previsto un dibattito sulla figura di Pinocchio e sul suo ruolo nell’educazione degli Italiani, al quale prenderanno la parola l’assessore Di Giorgi, il presidente Marmugi e l’onorevole Baldi, mentre nel pomeriggio, nel Salone dei Duecento, a partire dalla 16,00, si aprirà un incontro “Lorenzini giornalista e il Grillo Parlante nei media”. Interverranno il presidente del consiglio comunale Eugenio Giani e il vicesindaco Dario Nardella.