sabato, 2 Luglio 2022
HomeSezioniArte & CulturaIl Museo Ginori apre il...

Il Museo Ginori apre il suo giardino: un nuovo punto verde vicino a Firenze

Riapre il giardino del Museo Ginori, un nuovo spazio verde per la cittadinanza in vista delle belle giornate estive. Ecco gli orari

-

Mentre attende di riaprire al pubblico dopo i lavori di ristrutturazione e riallestimento, dal 21 maggio il Museo Ginori apre i cancelli del suo giardino, messo per la prima volta a disposizione della comunità di Sesto Fiorentino.

La riapertura del giardino del Museo Ginori

La sinergia la Fondazione Ginori e tra le associazioni di Sesto Fiorentino hanno reso possibile la riapertura del giardino del Museo Ginori. La Fondazione stessa si è fatta carico di tutti i lavori necessari per riaprire il giardino (potatura e messa in sicurezza), togliendolo dallo stato di degrado in cui versava dal 2014. Inoltre, grazie alla disponibilità delle associazioni sestesi, il giardino resterà aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 19 (ottobre – marzo: 8.30-17). Uno spazio verde che si aggiunge ad altri giardini che si possono visitare in questo periodo a Firenze e dintorni.

La Fondazione Ginori costituita su iniziativa del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (ora Ministero della cultura), insieme alla Regione Toscana e al Comune di Sesto Fiorentino, la Fondazione Museo Archivio Richard Ginori della Manifattura di Doccia ha il compito di conservare, catalogare ed esporre il patrimonio artistico, storico e culturale costituito dalla collezione. Attraverso il suo lavoro di conservazione rende la collezione un bene comune accessibile e inclusivo, che conserva il passato guardando al futuro.

Museo Ginori
Museo Ginori

Il Museo Ginori nasce insieme alla Manifattura di Doccia, all’interno degli stessi spazi destinati alla produzione. Il Museo è stato pensato dal fondatore, il Marchese Carlo Ginori, con l’obiettivo di renderlo luogo di conservazione di tutti i capolavori creati dalla fabbrica. Al suo interno si possono trovare tre secoli di storia del collezionismo. Il Museo Ginori attraversa il gusto dei tempi passati  raccontando la storia della più antica manifattura di porcellana ancora attiva in Italia. Custodisce 8000 oggetti in ceramica e maiolica dal 1737 al 1990, una raccolta di modelli scultorei dal 18° al 20° secolo, documenti, disegni, una biblioteca storica e una biblioteca fotografica. All’interno del Museo Ginori si possono trovare 300 anni di storia narrati attraverso oggetti, scritti, fotografie. Un unicum in Italia che aiuta a ricostruire la vita del bel paese dal Settecento a oggi.

Ultime notizie