Dopo due anni di chiusura e un investimento di 40mila euro, il museo del Bigallo riapre finalmente i battenti al pubblico, con una importante novità.

INFOPOINT. Già a partire da oggi, la piccola loggia a pochi metri dal Duomo, diventa la sede del nuovo Infopoint turistico della città (al posto di quello di Borgo Santa Croce): sarà aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 19, e domenica e i festivi dalle 9 alle 14.

CENTRO POLIFUNZIONALE. Non solo. Oltre ala funzione di centro di accoglienza e di informazione per i visitatori, il Bigallo ospiterà, da settembre, anche una serie di eventi e di attività culturali, prevalentemente concerti.

RENZI. L’inaugurazione si è svolta alla presenza del sindaco Matteo Renzi. “La Loggia del Bigallo – ha sottolineato – torna ad avere quella funzione ospitale che aveva in passato, quando si occupava delle persone meno fortunate. Oggi accoglierà i turisti proprio nel cuore di Firenze, un piccolo gesto di benvenuto – come abbiamo già fatto con il fontanello di acqua in piazza Signoria – che contemporaneamente darà la possibilità di entrare nel museo per scoprire la bellezza di questa struttura”.

Bigallo_museoIL MUSEO. Il palazzetto e la loggia, opera trecentesca di Alberto Arnoldi e Francesco Talenti, furono costruiti per la Compagnia di Santa Maria della Misericordia fra il 1352 e il 1358. Oggi il complesso ospita, oltre ai frammenti di affreschi di Nardo di Cione e al Crocifisso del Maestro del Bigallo, anche il trittico di Bernardo Daddi o la Madonna con bambino di scuola del Botticelli.

INFO. Il museo sarà visitabile gratuitamente – su prenotazione telefonica o presso l’Infopoint stesso – dal 6 agosto al 31 dicembre. Per ulteriori informazioni chiama il numero 055 288496.