domenica, 14 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & Cultura"Ritorni" in mostra al Museo...

“Ritorni” in mostra al Museo Novecento: 3 dipinti da non perdere

Il Museo Novecento di Firenze festeggia 10 anni di vita con una mostra dedicata a una delle principali collezioni ospitate in questo luogo d'arte, donata da Alberto Della Ragione

-

- Pubblicità -

Il Museo Novecento di Firenze, per festeggiare i suoi primi dieci anni di vita, mette in mostra alcuni capolavori della Collezione Alberto Della Ragione, una delle raccolte più importanti del luogo fiorentino, dando vita a “Ritorni. Da Modigliani a Morandi”, a cura di Eva Francioli, Sergio Risaliti, Chiara Toti e visitabile fino al 15 settembre 2024 nelle sale delle ex-Leopoldine al secondo piano del museo.

L’esposizione, in dialogo con gli ambienti vicini dov’è ospitata la collezione permanente, consente al visitatore di comprendere le complesse vicende che hanno condotto alla formazione di una delle principali collezioni private del Novecento. Il progetto riunisce infatti, accanto alle opere donate da Alberto Della Ragione alla città di Firenze, alcuni dei capolavori transitati dalla sua collezione prima dell’importante atto di donazione del 1970. Fino al 15 settembre sarà quindi possibile ammirare l’unico Autoritratto dipinto da Amedeo Modigliani, una delle opere più valutate al mondo, ma anche La Camera Incantata di Carrà, la Crocefissione di Guttuso e la Natura morta metafisica di Morandi.

- Pubblicità -

“Ritorni. Da Modigliani a Morandi” in mostra al Museo Novecento: 3 dipinti da non perdere

Tra le 19 opere esposte alla mostra “Ritorni. Da Modigliani a Morandi”, ce ne sono tre in grado di lasciare letteralmente a bocca aperta. La prima è collocata entrando, sulla sinistra, ed è proprio da qui che tutto prende vita. Si tratta del Ritratto del collezionista Alberto Della Ragione, immortalato da Renato Guttuso il 25 luglio del 1943, fine del fascismo. I due erano intimamente amici, tanto che all’epoca vivevano insieme. L’artista aveva infatti lasciato Roma nel maggio di quello stesso anno per fuggire al regime, decidendo di trasferirsi a Genova, nella casa del collezionista. Esistono molte fotografie che ritraggono Guttuso affacciato alla finestra, intento a dipingere. Sullo sfondo del dipinto vi è rappresentato il Massacro, altra opera di Guttuso realizzata 3 giorni prima (citazione per altro alla Guernica di Picasso) che tra pochi giorni sarà messa in mostra a fianco al Ritratto.

Proseguendo nella sala successiva, non può passare inosservato l’unico Autoritratto esistente di Amedeo Modigliani del 1919. Dipinto di grande interesse da parte del mercato e del collezionismo sin dagli anni Trenta, e oggi parte delle raccolte del Museu de Arte Contemporanea da USP di São Paulo in Brasile, l’opera arriva all’anima di chiunque si trovi davanti. Il dipinto fu uno degli ultimi realizzati dall’artista, realizzato poco prima di morire.

- Pubblicità -
Amedeo Modigliani, Autoritratto, 1919, olio su tela, courtesy MAC USP Museu
de Arte Contemporânea da USP Credito. Foto: Romulo Fialdini

Per finire, si erge maestosa in una delle ultime sale della mostra la Crocifissione di Renato Guttuso (1940-1941), oggi conservata alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma ed eccezionalmente esposta qui. L’opera fu acquistata da Della Ragione, e da questi restituita intorno al 1959 allo stesso artista, che del collezionista ricordava: “Seppe darci ciò di cui avevamo bisogno: la fiducia e l’amicizia, viveva con noi della stessa passione, si bruciava della stessa fiamma”.

Giorni di apertura, orari e altre informazioni

La mostra del Museo Novecento, “Ritorni. Da Modigliani a Morandi”, è visitabile lunedì, martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica, dalle ore 11:00 alle 20:00 (giovedì chiuso). Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. Per altre informazioni e per vedere tutte le altre mostre in corso al museo di piazza Santa Maria Novella, n.10 si consiglia di visitare il sito ufficiale del museo oppure di telefonare il numero +39 055.286132.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -