”Perdiamo una delle figure piu’ rappresentative della cultura e della ricerca storica italiana ed europea – scrive il sindaco Leonardo Domenici, in un telegramma inviato alla famiglia -. Alla straordinaria passione per gli studi e l’attivita’ scientifica ha saputo coniugare un intenso e significativo impegno civile e politico che lo porto’ ad essere eletto nel Senato della Repubblica”.

”Ho appreso con grande tristezza della scomparsa di Giuliano Procacci – afferma Paolo Cocchi, assessore regionale alla cultura -. Rimpiangeremo le sue alte doti umane e scientifiche, l’assiduo lavoro di insegnamento e di ricerca, il rispetto e l’amore per le istituzioni, la serenita’ e forza morale nell’affrontare le avversita”’.

“Abbiamo perso uno dei più grandi storici italiani. Una mente brillante che ci mancherà molto: al nostro paese, al dibattito storico, alla politica, a tante  generazioni di studenti. Il Partito Democratico della Toscana è vicino alla vostra famiglia e ricorda Giuliano Procacci come un uomo che nella sua vita non ha mai smesso di dare il proprio contributo intellettuale”. Così Andrea Manciulli, segretario del PD della Toscana, nel telegramma alla famiglia di Giuliano Procacci

“Perdiamo uno studioso di indubbio valore, una personalità di grande simpatia e spessore umano, impegnato anche sul versante politico e civile. Il mio ricordo personale accompagna il dolore per questa perdita. Un commosso e affettuoso saluto va a tutta la sua famiglia ed in particolare ai figli, Aldo e Piero, compagni di studi e amici fraterni”. Questo il ricordo ed il commento di Antongiulio Barbaro, consigliere del Partito Democratico e presidente della commissione urbanistica.