lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaSe strade e case fossero...

Se strade e case fossero fatte di libri (di Vittorio Vettori)

Una città fatta di libri. Apre sabato, per la prima volta al pubblico, la “città letteraria” di Vittorio Vettori, ricreata con i volumi dello scrittore, poeta, filosofo e critico letterario toscano, all'interno della Biblioteca nazionale.

-

Ultimo umanista del Novecento, Vettori è stato presidente della Lectura Dantis internazionale e autore di oltre 200 libri, tradotti e conservati nelle maggiori biblioteche del mondo.

La mostra è stata organizzata dall‘Istituto Mircea Eliade, pensata come un percorso tra arte e poesia per rendere omaggio al celebre scrittore.

Il viaggio prenderà il via il 9 gennaio con la prima mostra bibliografica sull’opera dello scrittore, “per passeggiare sui lungarni della conoscenza, attraversare le vie del pensiero, camminare sulle strade della scultura”.

Le altre tappe, oltre alla Biblioteca nazionale centrale, interesseranno l’Officina farmaceutica Santa Maria Novella, la Biblioteca delle Oblate e i Palazzi Panciatichi, Medici Riccardi e Pitti. Il percorso si chiuderà il 13 febbraio con una sfilata di moda ispirata alle opere letterarie di Vittorio Vettori: “Indossare la scrittura”.

Ultime notizie