venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniArte & CulturaTorna ''All'improvviso Dante, 100 canti...

Torna ”All’improvviso Dante, 100 canti per Firenze” negli angoli della città

Sta per tornare ''All'improvviso Dante, 100 canti per Firenze'', la performance popolare dedicata alla Divina Commedia che trasforma cittadini comuni e personalità di spicco, scolaresche e detenuti, in appassionati lettori dell'opera dantesca.

-

Sta per tornare ”All’improvviso Dante, 100 canti per Firenze”, la performance popolare dedicata alla Divina Commedia che trasforma cittadini comuni e personalità di spicco, scolaresche e detenuti, in appassionati lettori dell’opera dantesca dando voce ai 14.233 endecasillabi che compongono l’intera opera.

QUANDO. L’evento, ideato dall’associazione Culter in partnership con Toscana Energia, Comune di Firenze e Ente Cassa di Risparmio di Firenze è in programma per il prossimo 19 maggio a Firenze. La lettura si svolgerà in una fascia orario più ristretta rispetto alle precedenti edizioni. I cantori, centinaia in arrivo da tutta Italia, invaderanno gli angoli della città con i versi danteschi, a partire dalle 16.30 e tre repliche dell’intera Divina Commedia alle 17.30, 17.45 e 18 per poi riunirsi alle 19.30 con la lettura corale del XXXIII Canto del paradiso sul sagrato della Basilica di Santa Maria del Fiore. Quest’anno l’evento sarà onorato della medaglia di rappresentanza conferita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

CINQUEMILA PERSONE. Dal 2006, anno della prima edizione, sono state oltre cinquemila le persone che vi hanno partecipato. L’edizione 2012 è stata possibile grazie all’impegno di Toscana Energia che ha finanziato gli incontri di formazione alla lettura dei Canti. “La lettura della Divina Commedia nel centro della città è una delle più belle iniziative culturali degli ultimi anni – sottolinea il Presidente di Toscana Energia Lorenzo Becattini – e la nostra società, che attribuisce alla cultura un grande valore formativo è lieta di poter sostenere questa manifestazione.”

NEL CUORE DI FIRENZE. “Riportare la Divina Commedia nel cuore di Firenze – ricorda Rosa Maria Di Giorgi, assessore comunale all’Educazione – non è solo un evento culturale capace di coinvolgere persone di ogni età e estrazione sociale, ma rappresenta il rinnovarsi del legame inscindibile fra la città e Dante. Una manifestazione che, grazie all’opera di Culter, viene vissuta da centinaia di appassionati dell’opera dantesca come un momento di festa in cui vivere Firenze, riscoprendo alcuni dei suoi luoghi più affascinanti all’insegna del poeta forse più rappresentativo del nostro patrimonio letterario”. “Questo appuntamento di Firenze con Dante – spiega Enrica Maria Paoletti, dell’associazione Culter – è ormai entrato davvero nel cuore della città e dei suoi abitanti. Per questo ringraziamo tutti coloro che ci hanno sostenuto permettendo, anche quest’anno, il ripetersi di una iniziativa che è allo stesso tempo uno straordinario evento di popolo e un grandissimo gesto di amore di Firenze nei confronti di uno dei sui più grandi poeti”.

I PASSANTI. “E’ davvero singolare vedere cantori, giovani e adulti di ogni provenienza sociale, leggere Dante con la loro gestualità e sensibilità, dopo avere seguito incontri di formazione e preparazione con il direttore artistico della performance – aggiunge Jacopo Mazzei presidente di Ente Cassa di Risparmio di Firenze – La condivisione dell’immortale bellezza della Divina Commedia avviene tra tutti i compagni di questa lunga avventura e coinvolge il palcoscenico dell’intera città: all’improvviso ogni passante si trasforma in spettatore e assiste, con sincero stupore e in un solo pomeriggio, alla lettura di uno dei più grandi capolavori della letteratura mondiale. Una testimonianza tangibile di come questo testo immortale possa tornare ad essere vivo nel cuore e nella mente di tutti noi, soprattutto se letto e declamato nei luoghi in cui è nato”.

Ultime notizie