Un’edizione, quella 2008, che raddoppia gli spazi rispetto alla precedente del 2007, e propone all’attenzione dei giovani una vasta gamma di temi e di spunti di aggregazione. In programma, infatti, ci sono incontri con i personaggi di spicco della realtà fiorentina, appuntamenti con professionisti e ospiti, colloqui, stand per la presentazione delle scuole e di tutte le attività extracurriculari, eventi, musica, spettacoli.

Per tre giorni (dalle 9 alle 15) la Leopolda sarà il luogo dedicato agli studenti che vogliono capire e divertirsi insieme a personaggi conosciuti dai ragazzi, a cominciare da Carlo Conti, il console americano a Firenze Mary Ellen Countryman, Margherita Hack, Renato Mannheimer, che presenterà una ricerca inedita su “chi è lo studente fiorentino”. E poi gli incontri con i giornalisti del panorama fiorentino e regionale, intervistati proprio dai ragazzi. Tra i vari appuntamenti previsti anche quello con Nedo Fiano, sopravvissuto ad Auschwitz, che ha accompagnato oltre cento ragazzi ai campi di sterminio lo scorso aprile durante il Volo della memoria, e uno con Mario Piccioli, anch’egli testimone degli orrori dei lager.

“Mai come in questo momento sono necessarie occasioni di dibattito, di riflessione e di approfondimento – spiega il presidente della Provincia di Firenze Matteo Renzi – la Stazione delle Idee è anche una bella occasione per rafforzare il rapporto tra studenti e istituzioni, senza ipocrisie e senza pregiudizi. Parleremo con i ragazzi dei problemi di attualità, incontreremo personalità del mondo scientifico, mostreremo i progetti dell’offerta formativa a disposizione degli studenti. Una tre giorni che rappresenta un’opportunità per i giovani di essere protagonisti del nostro tempo”.

“Per gli studenti presenti alla Leopolda – spiega l’assessore provinciale all’Edilizia, Stefano Giorgetti – vi sarà anche la possibilità di collegarsi in videoconferenza con gli scienziati della base italo-francese “Concordia” che stanno operando in Antartide per studiare la concentrazione di C02 nell’atmosfera nel corso dei secoli. Questa opportunità si inserisce nell’ambito del progetto ‘Il sole a scuola’ che vede 13 istituti del territorio impegnati, insieme alla Provincia, a studiare i dati storici del consumo energetico e termico dei loro edifici scolastici allo scopo di individuare il grado di virtuosità dei locali e le eventuali soluzioni a situazioni di deficit”.

Ma non solo. Spazio anche allo sport (dal basket al ping pong, tante le attività e le discipline in cui i ragazzi potranno cimentarsi) e, in programma, anche la presentazione delle Olimpiadi dello Sport 2009, organizzate dalla Provincia di Firenze. “Nel corso della Stazione delle Idee – conclude Elisa Simoni, assessore provinciale all’Istruzione – i contenuti e le caratteristiche dei Pof saranno presentati non solo attraverso gli stand appositamente allestiti alla Leopolda, ma saranno condivisi direttamente con gli studenti grazie all’incontro diretto tra i ragazzi e le persone o le organizzazioni che hanno proposto i progetti formativi per le scuole”.