sabato, 18 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & CulturaVenere di Botticelli “influencer” del...

Venere di Botticelli “influencer” del turismo italiano

E' la Venere di Botticelli a essere stata scelta come virtual influencer del turismo italiano. "Viaggerà" lungo tutta l'Italia presentando al mondo le bellezze del Paese

-

- Pubblicità -

La Venere di Botticelli influencer del turismo italiano: è lei la protagonista della nuova campagna internazionale di promozione turistica del ministero del Turismo ed Enit, realizzata con il contributo del dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della presidenza del Consiglio. Una delle donne più conosciute al mondo e simbolo degli Uffizi sarà dunque l’immagine dell’Italia nel collegamento col turismo, anche se tra qualche polemica e imbarazzo.

La Venere di Botticelli “influencer”

La Venere di Botticelli sarà in veste di influencer e la sua immagine “viaggerà” lungo tutto lo Stivale presentando al mondo la meraviglia dell’italianità, raccontandone i paesaggi, le mete iconiche delle città d’arte così come i piccoli borghi. E ancora le tipicità enogastronomiche e le tante declinazioni dell’offerta turistica ricca e variopinta che rendono così unico il patrimonio dell’Italia. Nel corso di una conferenza stampa a Roma è stato anche presentato il clam: Open to meraviglia. Ci sarà una campagna affissione e un video promozionale.

- Pubblicità -

Per poter avere ancora più dettagli sulla Venere di Botticelli in versione influencer si potrà visitare il profilo Instagram venereitalia23, il sito Italia.it e anche le altre piattaforme social. Si tratta di un investimento importante, suddiviso in due campagne. Una per la primavera-estate e una per autunno-inverno. La cifra complessiva dell’investimento è di 9 milioni di euro. La campagna toccherà tutti i mercati internazionali, sia quelli che ormai sono una certezza sia quelli che possono avere potenziale.

Venere botticelli Influencer Puglia

- Pubblicità -

Le reazioni e le critiche di Sgarbi

La ministra del turismo Daniela Santanché ha detto che “l’ambizione di questo ministero è portare l’Italia al primo posto nel mondo”. Tra le reazioni quelle del ministro dello sport e dei giovani Andrea Abodi: “Quando è stata svelata la nuova campagna – ha detto – è emersa la combinazione tra arte, storia, innovazione e tecnologia ma tutto questo ha un senso se c’è armonia tra le componenti”. Non sono mancate anche le critiche come quelle del sottosegretario alla cultura Vittorio Sgarbi secondo cui “giacché la Venere è nuda sarebbe stato meglio vederla così, senza bisogno di travestirla in quel modo: è una roba da Ferragni“. Tiepida la risposta anche a Firenze.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -