mercoledì, 25 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica 20mila firme contro il Governo

20mila firme contro il Governo

Concluso tour toscano del pullman “Petizione Salva l’Italia”: 20mila le firme raccolte negli ultimi quattro giorni. Raggiunte le 70mila adesioni in tutta la regione. Oltre 800 i chilometri percorsi dal pullman, per l'iniziativa lanciata da Walter Veltroni.

-

Più di 800 km in 4 giorni e altre 20.000 firme raccolte: questi i numeri del passaggio in Toscana del pullman “Salva l’Italia” per sostenere la petizione contro il Governo Berlusconi; risultato raggiunto anche grazie al grosso contribuito che sta arrivando dalla Festa nazionale in corso alla Fortezza da Basso di Firenze. La raccolta firme, lanciata da Walter Veltroni l’11 luglio scorso a Prato, ha raccolto in tutto nella regione circa 70mila adesioni e prosegue nei tanti banchini allestiti nelle piazze, nei lungomare e in tutte le feste del PD.

“La molte persone che ho incontrato – dice il segretario regionale Andrea Manciulli – rispondono positivamente e vogliono mobilitarsi a loro volta: c’è già malcontento per questo governo le cui promesse fatte in campagna elettorale stanno lasciando il posto a provvedimenti che riportano l’Italia indietro di anni. Tagli alle forze dell’ordine, alla sanità e agli enti locali, provvedimenti demagogici o mirati agli interessi personali del premier anziché ai problemi reali degli italiani: non è questo il governo che il nostro Paese meriti e siamo certi – conclude Manciulli – che in tanti verranno a dirlo alla manifestazione del 25 ottobre”.

“Abbiamo superato la quota delle 70mila firme in poco tempo e questo ci fa ben sperare per il raggiungimento dell’obbiettivo e nella buona riuscita della grande manifestazione del 25 ottobre a conclusione di questa campagna”, dice il responsabile del tour e della comunicazione regionale del Pd, Gianni Taccetti. “A conclusione di questa 4 giorni molto intensa ho potuto constatare come il partito sia vivo e impegnato su tutto il territorio anche in un periodo come quello estivo solitamente demandato alle vacanze”.

Si sono alternati nelle tappe del Tour toscano dirigenti nazionali e regionali come Goffredo Bettini, Giuseppe Fioroni, Enrico Letta, Antonello Giacomelli, Andrea Manciulli, Caterina Bini, Gianni Taccetti; i parlamentari Silvia Velo, Andrea Marcucci, Franco Ceccuzzi, Marco Filippi, Raffaella Mariani, Manuela Granaiola, Lido Scarpetti, Luca Sani; l’assessore regionale Gianfranco Simoncini; i consiglieri regionali: Diego Ciulli, Lucia Franchini, Ardelio Pellegrinotti, Marco Remaschi oltre ai segretari territoriali, sindaci e assessori comunali dei vari territori.

Ultime notizie

Toscana arancione o gialla dopo il 3 dicembre: quando il cambio di zona

"Prima rientriamo in zona arancione meglio è", dice il governatore della Toscana. C'è un "cauto ottimismo" sui dati dei contagi e la regione potrebbe essere promossa prima del 3 dicembre

Cosa succederà e cambierà dopo il 3 dicembre con il nuovo Dpcm

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco, impianti sciistici, apertura dei ristoranti la sera, palestre e feste in casa. Le ipotesi sul tavolo

100 anni di Ciampi: lo Spi organizza due convegni e un film

Due giornate per ricordare Ciampi, l'ex presidente della Repubblica, nato a Livorno 100 anni fa

Messa di Natale 2020, coprifuoco dopo mezzanotte con il nuovo Dpcm?

Il nodo della messa di mezzanotte. Il governo è al lavoro sul nuovo Dpcm e si pensa a un coprifuoco speciale per la notte di Natale e Capodanno