lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & Politica42 milioni in cultura, turismo...

42 milioni in cultura, turismo e commercio

“Un'operazione integrata tra cultura, turismo e commercio”. Così l'assessore regionale Paolo Cocchi definisce il finanziamento di 42 milioni di euro messo in campo per dare slancio a questi tre settori “che a loro volta attiveranno investimenti per una cifra più che doppia”.

-

L’operazione sarà finanziata con fondi sia regionali che statali (Fondi Fas 2010 per le aree sottosviluppate) in base alla ripartizione e alle priorità stabilite con le province.

22 milioni sono destinati a progetti nell’ambito dei beni culturali, 17 milioni a infrastrutture per il turismo e il commercio e 3 milioni all’attuazione del “master plan” relativo alla via Francigena.

BENI CULTURALI. 61 i progetti selezionati nell’ambito dei beni culturali, tra cui restauri e recuperi funzionali di teatri, castelli, mura, chiese, scuole, fortilizie, ex discoteche e palazzi storici che diventeranno centri polifunzionali.

TURISMO E COMMERCIO. Sono 86 i progetti finanziati in questi due ambiti. Dalla realizzazione, adeguamento e ristrutturazione di aree mercatali, all’acquisto di arredi urbani per la riqualificazione dei centri commerciali naturali, fino alla realizzazione o rinnovamento di poli espositivi e congressuali, nautica da diporto e balneazione, messa in sicurezza di impianti sciistici, valorizzazione dell‘offerta termale, e all’allestimento di uffici di informazione e accoglienza turistica, strutture ricettive extra-alberghiere.

Nella scorsa primavera sono stati finanziati, sempre nell’ambito delle infrastrutture del turismo e del commercio, altri 88 progetti con contributi regionali pari a 19,5 milioni che hanno attivato 38 milioni di investimenti. Complessivamente sono dunque 174 nel 2009 i progetti per infrastrutture del turismo e del commercio a cui sono stati assegnati 36,5 milioni con un’attivazione di investimenti di più di 72 milioni.

VIA FRANCIGENA. Sono infine previsti 3 milioni di finanziamenti per la migliore fruizione della Via Francigena secondo il “master plan” appositamente predisposto dalla Giunta regionale e finanziato sia con fondi del turismo che con fondi della cultura. Questi finanziamenti serviranno a realizzare e omogeneizzare segnaletica, arredo urbano, restauri e messa in sicurezza dei percorsi, attrezzature delle aree di sosta e punti di informazione.

Ultime notizie