Il giovane è stato fermato, e sottoposto a rigorosi controlli, grazie alla collaborazione delle forze di polizia a livello europeo: era infatti stata la polizia francese a informare la Direzione Centrale dei Servizi Antidroga di Roma della partenza dall’aeroporto dell’Avana (Cuba) su un volo diretto in Italia e con scalo a Parigi, di un soggetto che avrebbe trasportato della droga.

Il 32enne è stato quindi individuato, fermato e trasportato all’ospedale di Careggi, dove è stato sottoposto ad una Tac all’addome, da cui è emerso che il suo intestino era completamente riempito di ovuli. Si è quindi proceduto all’espulsione del materiale, ben 99 ovuli di cocaina purissima.

La droga che lo straniero trasportava in pancia sarebbe stata diretta al mercato fiorentino: una volta “tagliata” e immessa sul mercato locale, avrebbe fruttato oltre 2,6 milioni di euro.