Promossa dall’assessorato alla pubblica istruzione, dalla presidenza del consiglio comunale, da Toscana Ricicla Scrl e dal Quadrifoglio Spa, l’iniziativa consisteva nella realizzazione di un disegno, di un video e di foto sul tema della raccolta differenziata.

Gli alunni vincitori, delle classi 3° C della scuola secondaria di primo grado Beato Angelico, 2° B e 2° F della scuola secondaria di primo grado Dino Compagni, hanno ricevuto in premio la “Ricicletta”, una bici realizzata in alluminio riciclato.

“A Casa di Giulia” – ha commentato l’assessore Lastri – è un progetto incluso nel percorso formativo de Le Chiavi della Città che sta andando avanti ormai da qualche anno con successo. E per questo voglio ringraziare le insegnanti che si impegnano per seguire i laboratori e le lezioni con i ragazzi, perché recuperare informazioni e conoscenze sulla tematica del ciclo dei rifiuti e della raccolta differenziata significa capire la città e la nostra condizione di vita”.

“Per questo – ha aggiunto l’assessore Lastri – è importante promuove progetti di sensibilizzazione sul tema, attraverso l’educazione ambientale nelle scuole“.

“Per arrivare all’obiettivo che si è posta la Regione Toscana del 50% di raccolta entro il 2010 – ha sottolineato il presidente del consiglio comunale Eros Cruccolini – bisogna far appello soprattutto ai giovani a continuare a insistere con la riduzione di rifiuti anche attraverso una maggior attenzione alla spesa e l’acquisto di prodotti che hanno un minor imballaggio”.

“Come amministrazione – ha concluso Cruccolini – ci impegneremo a portare avanti campagne di sensibilizzazione e a lavorare nella giusta direzione per incrementare questa tendenza. L’attività di informazione rispetto a questi obiettivi e rivolta agli studenti deve diventare un momento permanente di educazione”.