mercoledì, 3 Marzo 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica A Firenze cresce l'inflazione: salgono...

A Firenze cresce l’inflazione: salgono carburanti e pacchetti vacanze

Aumenta l'inflazione nel mese di dicembre a Firenze: lo dicono le rilevazioni dell'Ufficio comunale di statistica. Salgono i prezzi di carburanti, aerei, pacchetti vacanze e fiori, scendono gli alberghi.

-

Aumenta l’inflazione a dicembre a Firenze.

AUMENTI. A dirlo sono le rilevazioni dell’Ufficio comunale di Statistica, effettuate (come sempre) dal primo al 21 del mese su oltre 900 punti vendita anche fuori dal territorio comunale (grande distribuzione e negozi tradizionali) per complessivi 11mila prezzi degli oltre 900 prodotti compresi nel paniere. La variazione mensile è +0,2% (a novembre era -0,6%); la variazione annuale è +1,7% (a novembre era +1,8%). A contribuire a questo dato sono state da un lato le diminuzioni del capitolo “servizi ricettivi e di ristorazione”, mentre sono risultati in aumento i capitoli “abitazione, acqua, energia e combustibili” e “ricreazione spettacolo e cultura”. In particolare, si registra un brusco calo del prezzo degli alberghi (-8,1%), mentre i carburanti fanno registrare complessivamente un aumento di +3,3% rispetto a novembre e +13,2% rispetto a dicembre 2009. In aumento anche i trasporti aerei (+13,0%) e marittimi (+21,8%). Si segnala anche l’aumento di +10,4% dei pacchetti vacanza e di +5,4% dei fiori e delle piante. Il dato complessivo annuo di +1,7% è il risultato di una variazione di +1,7% nel prezzo dei beni, che nel paniere rappresentano il 56% del peso complessivo, a fronte di un aumento appena più consistente per i servizi, che pesano per il restante 44%, pari a +1,8%.

DETTAGLI. Scomponendo la macrocategoria dei beni, si trova che i prodotti alimentari non lavorati (per esempio ortaggi, frutta, pesci e carne) registrano un aumento pari a +1,2% rispetto a dicembre 2009 mentre gli alimentari lavorati (tra cui pane, bevande, scatolame e formaggi) hanno una variazione pari a +0,2%. I beni energetici non regolamentati, come i carburanti, registrano una variazione annua rispetto a dicembre 2009 di +12,0% mentre quella dei beni energetici regolamentati (fra cui energia elettrica e gas metano) è pari a +3,5%. La variazione annuale di prezzo dei beni durevoli (tra cui elettrodomestici e automobili) è +0,8% mentre quella dei beni non durevoli (tra cui medicinali, saponi e detersivi) è +0,4%; la variazione annuale dei beni semidurevoli (fra cui abbigliamento e libri) è +0,6%.

SERVIZI. Tra i servizi è più elevata la variazione annuale, pari a +2,6%, dei servizi regolamentati (fra cui i concorsi pronostici, il pedaggio autostradale e i trasporti ferroviari) rispetto a quella dei servizi non regolamentati (fra cui il pasto al ristorante, gli alberghi e gli affitti delle abitazioni), che è +1,7%.

Ultime notizie

Il testo ufficiale del nuovo Dpcm Draghi (pdf): quando entra in vigore

Stop alle riaperture e regole anche per Pasqua: pubblicato sul sito del governo il testo ufficiale in pdf del nuovo Dpcm del governo Draghi, in attesa dell'arrivo in Gazzetta. Ecco quando entra in vigore e quando scade

In zona arancione si va a scuola o no: quando sono aperte le superiori

Scuole superiori aperte o chiuse? Ecco quando si va a scuola in zona arancione, le regole del nuovo Dpcm

Fiorentina, al Franchi arriva la Roma

Verrà ricordato Davide Astori. Possibile il rientro di Amrabat a centrocampo: le probabili formazioni di Fiorentina - Roma

Covid Toscana, casi di nuovo sopra quota mille: i dati del 2 marzo

In 24 ore si contano 1.058 nuovi casi di Covid in Toscana, preoccupanti i dati dei ricoveri in ospedale, oltre 1.100. Oggi si registrano 13 morti