lunedì, 21 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaA Siena primo intervento ibrido...

A Siena primo intervento ibrido all’aorta del mondo

Una sostituzione chirurgica dell'aorta toracoaddominale in circolazione extracorporea. Questo, in gergo tecnico, è lo strordinario intervento ibrido all'aorta eseguito con successo per la prima volta al mondo all'ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena. Il paziente è un giovane di 26 anni colpito da un enorme aneurisma dissecante cronico dell'aorta toracica discendente che oggi è stato dimesso in ottime condizioni.

-

Il paziente è stato operato lo scorso 22 aprile. La sindrome di Loeys Dietz, di cui soffre il giovane, colpisce vari distretti tra cui le grosse arterie, predisponendo ad aneurismi e dissecazioni acute anche in giovane età. Diversi centri l’avevano già considerato inoperabile.

L’operazione è stata eseguita dai dottori Eugenio Neri, Enrico Tucci , Giulio Tomassino ed Antonio Benvenuti ed è stata resa possibile grazie all’utilizzo di uno strumento chirurgico appositamente disegnato per questo caso. “La particolarità ed allo stesso tempo la potenzialità della tecnica impiegata – ha detto il dottor Eugenio Neri – è stata quella di utilizzare un’endoprotesi toracica già presente nell’aorta del giovane. Questa protesi è stata collegata ad una protesi da me ideata, chiamata ‘Siena graft’, realizzando così un trattamento ibrido, mai eseguito precedentemente”.

Ultime notizie