“Il riconoscimento a Burton Tansky delle «Chiavi della Città» è un segno di gratitudine da parte di Firenze ma anche da parte di tutto il mondo della moda nei suoi confronti e questo va oltre il business e gli affari. La città di Firenze si fa interprete di questo affetto, di questo sentimento di gratitudine anche in virtù dello stretto rapporto di amicizia, non solo di affari, che da sempre lega Firenze agli Stati Uniti”. Così l’assessore alle attività produttive ed al sistema moda Silvano Gori ha salutato Barton M. Tansky al quale stamani ha consegnato le “Chiavi della Città di Firenze” in una cerimonia che si è svolta nella Sala degli Elementi di Palazzo Vecchio ed alla quale hanno partecipato molte personalità della moda: da Wanda Ferragamo a Gaetano Marzotto a Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine.

Burton Tansky è nato nel 1938 negli Stati Uniti è presidente ed amministratore delegato del Gruppo Neiman Marcus. Nella sua lunga carriera ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra i quali il Superstar Award del Fashion Group International (2006), un Visionaries Award dal Museum of Arts and Design (2005), il Gold Medal Award dalla National Retail Federation (2004) e nel 2002 ha ricevuto la nomina di Cavaliere della Legion d’Honneur da parte del governo francese. “Le Chiavi della Città – ha aggiunto l’assessore Gori – forse sono un atto formale, perché Burton Tansky, le chiavi di Firenze le ha sempre avute, da parte di tutti i nostri imprenditori che gli devono gratitudine. Tante piccole imprese della nostra città hanno in questo uomo un punto di riferimento”.
Burton Tansky ha ringraziato l’assessore e la città di Firenze per aver ottenuto questo riconoscimento.

“Da quando ho saputo che avrei ricevuto «queste Chiavi» mi sono chiesto quali porte, magari di quali banche, avrei potuto aprire – ha commentato con una battuta Burton Tansky -. Sono molto legato all’Italia ed a Firenze. La sua storia, la sua cultura, il suo stile di vite sono quasi senza eguali. Grazie anche al commercio di prodotti italiani le mie attività sono riuscite a crescere. Alla fine degli anni ’20 la prima nave con i prodotti Ferragamo è partita dall’Italia diretta negli Stati Uniti. Negli ultimi quindici anni c’è stata una crescita incredibile della vendita di marche italiane. Mi auguro di aver contribuito a decretare il successo di chi fa moda in Italia, sia maschile che femminile”.

Alla cerimonia ha partecipato anche Wanda Ferragamo, amica di Burton Tansky, che ha ricordato un curioso episodio della fine degli anni ’40 quando, col marito Salvatore Ferragamo, andò per la prima volta negli Stati Uniti, per ritirare a Dallas un premio. Lungo il viaggio in nave incontrò Christian Dior, anche lui premiato a Dallas.