giovedì, 3 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Acqua minerale dalla fontana

Acqua minerale dalla fontana

Un fontanello con acqua “naturizzata”. Con un contributo di 11mila euro da parte della Provincia di Firenze, l’azienda Sidea del Comune di Pontassieve ha realizzato un “fontanello” che eroga acqua naturale e minerale, fresca o a temperatura ambiente, nella strada che percorre l’abitato di Monteloro.

-

Il primo esperimento in Italia di questo genere riguarda dunque Monteloro, frazione del comune fiorentino di Pontassieve. La novità è stata presentata stamani in Palazzo Medici Riccardi, a Firenze, dall’assessore provinciale all’Ambiente Luigi Nigi; da Leonardo Pasquini, assessore all’Ambiente del Comune di Pontassieve; Giacomino Tavanti, presidente di Sidea; Cecilia Meacci e Daniela Bencivenni, referenti dell’associazione culturale ‘Il luogo comune’, che ha proposto di realizzare il ‘Fontanello’ nell’ambito del progetto Rieduca (Bando 2007 della Provincia, con contributi per iniziative di prevenzione e riduzione della produzione di rifiuti).

“In questo modo si ridurrà il consumo delle bottiglie di plastica – spiega l’assessore provinciale Luigi Nigi – La fantasia unita alla sensibilità per l’ambiente e per la salute consente di fare grandi passi avanti per la vivibilità di tutti”. Con il contributo della Provincia, Sidea ha messo in piedi la macchina erogatrice e il Comune di Pontassieve ha realizzato la struttura della fontana, collocata sulla strada principale di Monteloro. All’attuazione del progetto hanno collaborato anche il locale Circolo Arci e la Consulta territoriale.

Il fontanello sarà inaugurato domenica 12 ottobre, alle 19, al circolo Arci di Monteloro. Per l’occasione cena buffet, musica e danze della tradizione toscana con l’associazione “La leggera”.

 

Notizia precedenteUn piatto per Tommasino
Notizia successivaTeatro in vernacolo per il Togo

Ultime notizie

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dal 4 dicembre 2020

Spostamenti tra regioni, coprifuoco, negozi, apertura dei ristoranti, palestre e feste in casa a Capodanno: cosa cambia dopo il 4 dicembre con l'uscita del nuovo Dpcm e con il decreto legge Natale

Coprifuoco anche a Natale e Capodanno: nuovo Dpcm, orario più lungo

Coprifuoco alle 22 anche durante le feste, comprese le notti di Natale, vigilia e Capodanno. Il nuovo decreto non salva né il cenone della vigilia né il veglione di San Silvestro

Spostamenti tra comuni, nuovo Dpcm di Natale: regole dopo il 4 dicembre

Le regole per le feste natalizie. "Disincentivare gli spostamenti tra regioni e limitare gli spostamenti tra comuni anche in zona gialla", annuncia il ministro della Salute Speranza

Nuovo Dpcm di dicembre in Gazzetta Ufficiale: quando esce il testo (pdf)

Il governo è al lavoro sulle misure per le prossime feste natalizie. In arrivo il testo definitivo