Il primo esperimento in Italia di questo genere riguarda dunque Monteloro, frazione del comune fiorentino di Pontassieve. La novità è stata presentata stamani in Palazzo Medici Riccardi, a Firenze, dall’assessore provinciale all’Ambiente Luigi Nigi; da Leonardo Pasquini, assessore all’Ambiente del Comune di Pontassieve; Giacomino Tavanti, presidente di Sidea; Cecilia Meacci e Daniela Bencivenni, referenti dell’associazione culturale ‘Il luogo comune’, che ha proposto di realizzare il ‘Fontanello’ nell’ambito del progetto Rieduca (Bando 2007 della Provincia, con contributi per iniziative di prevenzione e riduzione della produzione di rifiuti).

“In questo modo si ridurrà il consumo delle bottiglie di plastica – spiega l’assessore provinciale Luigi Nigi – La fantasia unita alla sensibilità per l’ambiente e per la salute consente di fare grandi passi avanti per la vivibilità di tutti”. Con il contributo della Provincia, Sidea ha messo in piedi la macchina erogatrice e il Comune di Pontassieve ha realizzato la struttura della fontana, collocata sulla strada principale di Monteloro. All’attuazione del progetto hanno collaborato anche il locale Circolo Arci e la Consulta territoriale.

Il fontanello sarà inaugurato domenica 12 ottobre, alle 19, al circolo Arci di Monteloro. Per l’occasione cena buffet, musica e danze della tradizione toscana con l’associazione “La leggera”.