martedì, 29 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Affitti a nero: da oggi...

Affitti a nero: da oggi fare la spia conviene

Dal 7 giugno si inaspriscono le sanzioni per chi affitta a nero. E se l'inquilino parla, ha solo da guadagnarci. Scopri come.

-

Due sono stati i temi all’ordine del giorno nella conferenza stampa di stamani, presieduta dall’assessore Claudio Fantoni, sulla ‘questione affitti’ fiorentina: il successo della cosiddetta Agenzia per la Casa e le nuove sanzioni per gli irregolari.

L’AGENZIA PER LA CASA. I canoni di locazione della nostra città, già tra i più cari d’Italia, sono aumentati nel giro di due anni quasi del 200%. Per offrire un supporto alle famiglie in maggiore difficoltà, il Comune di Firenze ha da tempo messo a disposizione uno sportello (Agenzia per la Casa) in favore della locazione a canone concordato. Dal giorno della sua apertura, avvenuta nell’ottobre del 2009, il servizio ha già fornito informazioni e consulenze a 650 persone, e solo nel 2010 sono stati sottoscritti 15.60 contratti a canone concordato, con un aumento del 12,32% rispetto all’anno precedente: numeri importanti, che dimostrano che la formula funziona.

CANONE CONCORDATO. Per incrementare il ricorso a questa nuova tipologia di contratto, afferma Fantoni, “abbiamo chiesto al Governo di mettere in campo incentivi […] per dotare di risorse aggiuntive i Comuni e bilanciare l’inserimento della cedolare secca che potrebbe influire in modo non incentivante su questo mercato, finendo per compromettere la politica di calmieramento”. “Se su questo fronte il Governo risulta, sino ad oggi, latitante – prosegue l’assessore – non possiamo non rilevare positivamente che le norme introdotte con il cosiddetto federalismo municipale relative al contrasto alla locazione irregolare”.

PESANTISSIME SANZIONI. Dal 7 giugno, infatti, i proprietari di alloggi che non registreranno regolarmente i contratti di locazione andranno incontro a pesantissime sanzioni. “Se fossi un proprietario sarei terrorizzato ad affittare a nero”, ammette senza mezzi termini lo stesso assessore. Per fare un esempio, se un proprietario con reddito dichiarato di 20.000 euro annui, affitta irregolarmente un immobile a 1.000 euro mensili, dovrà corrispondere un totale di 44.060 euro (di cui 12.960 per imposta arretrata e 31.104 a titolo di sanzione). Ma non finisce qui.

I VANTAGGI PER CHI DENUNCIA. Alla super multa, infatti, si aggiunge l’obbligo di stipulare con l’inquilino un contratto di locazione 4+4 a non più del triplo della rendita catastale, che a Firenze vuol dire (per un alloggio di 75 metri quadrati) 250 euro in zona centrale e 170 in zona periferica. Ecco dunque che il proprietario avrà pertanto un danno complessivo di 116.064 euro fra sanzioni e mancati introiti.

Per mettersi in regola c’è tempo fino al 6 giugno.

Ultime notizie

Collaboratori sportivi, arriva il bonus da 600 euro per giugno 2020

Pubblicato, dopo più di un mese di ritardo, il decreto attuativo: come funziona l'indennità e come fare domanda alla società Sport e Salute

Trekking: la rinascita della “Via degli Dei”, da Firenze a Bologna

Da Bologna a Firenze a piedi, attraversando l’Appennino: è la Via degli Dei, un percorso dalla storia millenaria. Firmato un protocollo per promuovere il turismo slow

Il rischio di sospensione del campionato di Serie A per i positivi Covid

Dopo i 14 giocatori del Genoa risultati positivi al coronavirus ci si interroga su come mettere in sicurezza il mondo del pallone

Mascherina, dove c’è obbligo all’aperto: dalla Lombardia alla Sicilia

In quali regioni le mascherine sono obbligatorie, 24 ore su 24, anche all'aria aperta: le regole