mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAl via Saf, il progetto...

Al via Saf, il progetto in sostegno degli ‘anziani fragili’

Arriva in tutta la Provincia di Firenze il progetto 'Saf' per aiutare le famigli con anziani non più autosufficienti a trovare e gestire le badanti, ruolo sempre più delicato e imoportante nella società di oggi.

-

Il progetto prevede la selezione, la formazione, l’inserimento familiare della badante e la gestione amministrativa del contratto (consulenza per contributi, agevolazioni e pratiche amministrative).

Fenomeni come l’invecchiamento della popolazione, l’allentamento delle reti familiari e l’incremento delle opportunità di assunzione delle badanti (legata all’aumento dei flussi migratori femminili), creano una domanda sempre crescente di famiglie che hanno bisogno di un’assistenza familiare. Il progetto Saf vuole garantire un servizio qualificato a garanzia dell’assistito, della sua famiglia ma anche dell’assistente familiare.

Dopo la selezione delle badanti si attiva un processo di formazione delle assistenti familiari con un corso di formazione di base (40-60 ore) che verterà sui fondamenti della professione, sulla cura quotidiana e sull’organizzazione delle attività domestiche.

Dopo il corso il Saf prevede l’assunzione regolare della persona (grazie alla collaborazione con l’agenzia per il lavoro Lavoro.doc) che per competenze, disponibilità di tempo e mansioni risponde alle esigenze della famiglia.

Dopo l’accompagnamento in famiglia durante il periodo d’inserimento dell’assistente familiare, ci sarà il monitoraggio costante della qualità degli interventi e della relazione assistente/assistito.

Inoltre verrà garantito il sostegno psicologico per tutelare la dignità e la qualità della vita dell’assistito e della sua famiglia, oltre a una consulenza per contributi, agevolazioni e pratiche amministrative.

Per chi ne avesse bisogno è poi prevista anche l’assistenza sanitaria domiciliare in accordi con il medico di base. I

Infine il progetto prevede la presenza di un tutor esperto a disposizione della famiglia, per risolvere possibili imprevisti e rispondere alla richiesta di eventuali servizi aggiuntivi.

Per avere informazioni sui punti informativi presenti sul territorio e sulle tariffe applicate contattare il numero verde 800 773522, visitare il sito internet www.sostegnoanziani.it o inviare una mail a [email protected]

 

 

 

Ultime notizie