domenica, 24 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAlcol e droghe, maxicontrolli nelle...

Alcol e droghe, maxicontrolli nelle piazze della movida fiorentina

Controlli straordinari nei luoghi della movida fiorentina con un dispositivo integrato tra forze dell’ordine, funzionari dell’ispettorato del lavoro e ispettori dell’Inps: è quanto andato in scena da sabato sera alle prime ore dell’alba di domenica.

-

Controlli straordinari nei luoghi della movida fiorentina con un dispositivo integrato tra forze dell’ordine, funzionari dell’ispettorato del lavoro e ispettori dell’Inps.

ALCOL E DROGHE. A partire da sabato sera e fino alle prime ore dell’alba di domenica, Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, affiancati dagli ispettori del lavoro della Direzione Territoriale di Firenze e da funzionari dell’Inps Toscana, hanno dato il via a un massiccio servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Questore Francesco Zonno, con una specifica e pianificata ordinanza di servizio, frutto di quanto emerso in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’obiettivo principale è stato il contrasto all’abuso di alcol e all’uso di droghe con tutte le possibili conseguenze nell’ambito del degrado urbano connesse a questi fenomeni; ma anche controlli nei locali sul rispetto delle vigenti normative a tutela di lavoratori e consumatori.

SETTE ARRESTI. Il bilancio dell’attività, coordinata dal Vice Questore Aggiunto Roberto Sbenaglia, è di 672 persone e 107 mezzi controllati. Tra le verifiche effettuale, spiccano 7 arresti eseguiti da polizia e carabinieri tra Santa Croce, Santo Spirito e altre zone del centro. Sulle gradinate sotto la statua di Dante sono finiti in manette 2 magrebini che avevano rubato le borse a delle turiste e poco dopo, un cittadino marocchino, sorpreso dagli agenti con della marijuana, è stato denunciato per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Sempre per spaccio, questa volta di hashish, in Santo spirito sono invece stati arrestati 2 tunisini. Durante i controlli personale dell’Arma ha arrestato 2 soggetti per resistenza a pubblico ufficiale: uno di questi – fermato durante un controllo a Santo Spirito – è un tunisino, l’altro, un cittadino italiano. Quest’ultimo ha reagito contro i militari che lo avevano sorpreso in zona Stazione Centrale con uno zaino pieno di strumenti atti allo scasso. In manette anche un cittadino serbo preso dopo che aveva ceduto 2 grammi di eroina ad un italiano. Addosso aveva altri 3 grammi della stessa sostanza.

DOVE. Le pattuglie hanno battuto incessantemente le piazze e le vie cittadine non tralasciando le segnalazioni dei residenti con numerosi controlli in diversi locali. In piazza Sant’Ambrogio, Santo Spirito, Santa Croce e via Palazzuolo, le unità cinofile di Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza hanno scovato 13,50 grammi di hashish, 5 di eroina, 10,50 di marijuana e 5 di coca. Complessivamente 8 persone sono state segnalate quali assuntori di sostanze stupefacenti. Tre le persone sanzionate per ubriachezza manifesta; 10 quelle sorprese alla guida in stato di ebbrezza alcolica durante i posti di controllo sulle arterie di circolazione stradale. Denuncia e patente ritirata per quest’ultime, 5 delle quali fermate dalla polizia in zona Novoli.

VERIFICHE NEI LOCALI. Significativo anche l’intervento della Direzione Territoriale del Lavoro e dell’INPS che hanno effettuato verifiche in 35 locali del centro tra cui discoteche, pub e ristoranti. L’INPS ha riscontrato 7 lavoratori al nero in 5 locali tra Santo Spirito, San Frediano, piazza Salvemini, via Verdi e via Dei Pandolfini, elevando 18.900 euro di sanzioni amministrative. Attività sospesa per 2 locali in zona Santa Croce dove sono state riscontrate irregolarità in merito all’occupazione di lavoratori al nero in misura superiore al 20% dei presenti al lavoro. La Direzione Territoriale del Lavoro ha sorpreso invece 5 lavoratori non i regola e ha adottato 15 provvedimenti per un totale di 32.000 euro di sanzioni. In 2 pub sono state riscontrate irregolarità nelle istallazioni di videocamere interne mentre in 1 pub e in 1 discoteca, una quindicina di lavoratori notturni non erano stati sottoposti a preventiva visita medica di controllo. Nei confronti dei 4 locali sono stati adottati provvedimenti penali.

Ultime notizie