sabato, 4 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAlcol e sicurezza stradale? La...

Alcol e sicurezza stradale? La formazione si fa nel club

Negli anni passati l’iniziativa ha formato 138mila ‘guidatori designati’ attraverso un’attività di formazione svolta nelle più famose località di divertimento della penisola.

-

Fine settimana all’insegna della guida sicura: venerdì 20 luglio torna a Firenze “Divertiti Responsabilmente”, la campagna di sensibilizzazione nazionale sui temi dell’alcol e della sicurezza stradale, giunta alla sua sesta edizione. Negli anni passati l’iniziativa ha formato 138mila ‘guidatori designati’ attraverso un’attività di formazione svolta nelle più famose località di divertimento della penisola.

 

LA SERATA. Quest’anno la serata si svolgerà al Flò di Piazzale Michelangelo: qui ai giovani avventori saranno fornite informazioni relative alle normative stradali in vigore, alle sanzioni a cui si va incontro per guida in stato di ebrezza e sulle modalità di consumo responsabile di alcol, oltre ad offrire la possibilità di mettersi alla prova con un simulatore multimediale di guida sicura. Verranno inoltre distribuiti kit di guida sicura EtilOk, contenenti una guida informativa e tre etilometri monouso.

LA GENESI DEL PROGETTO. A sostenere il progetto nato dall’azienda Diageo, leader mondiale nella produzione e commercializzazione di bevande alcoliche, c’è l’Automobile Club d’Italia (ACI), che nel corso dell’estate 2012 vedrà coinvolte 180 sedi e delegazioni su 12 province italiane toccate, formula resa possibile anche dal supporto della Fondazione Umberto Veronesi e dalla collaborazione di Abarth. L’evento di venerdì 20 si svolge con il patrocinio del Ministero per la Cooperazione internazionale e l’Integrazione, Regione Toscana, Provincia di Firenze e Comune di Firenze.

L’ASSESSORE. “E’ importante e fondamentale sostenere ogni campagna di educazione e sensibilizzazione sulle tematiche del divertimento sicuro – ha detto l’assessore Saccardi – specialmente se si tratta di iniziative volte soprattutto ai più giovani e che riguardano la guida in stato di ebrezza, tema che sta a cuore alla nostra amministrazione comunale. Da sempre siamo al fianco di queste iniziative di informazione e sensibilizzazione, anche grazie alle associazioni dei familiari delle vittime della strada, come le associazioni Borgogni e Guarnieri, con le quali abbiamo realizzato il progetto DAVID”.

Ultime notizie