sabato, 26 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Amanti dell'ambiente in festa

Amanti dell’ambiente in festa

presentato il programma di festambiente 2008

-

Per dieci giorni, dall’8 al 17 agosto, gli ambientalisti si daranno appuntamento a Ripescia (Grosseto), per vivere insieme la manifestazione “Festambiente“. L’iniziativa, giunta alla ventesima edizione, ha riscontrato, negli anni, un crescente successo.Quest’anno sono attesi circaa 120mila visitatori, che avranno la possibilità di visitare più di 130 gli stand espositivi, e di prendere parte a  70 diverse degustazioni . Un festival, come sempre, all’insegna della sostenibilità per invertire il trend dei cambiamenti climatici: anche quest’anno la manifestazione aderisce alla campagna nazionale “Azzero CO2” mediante un progetto di riforestazione in Italia evitando l’immissione in atmosfera di 74 tonnellate di anidride carbonica.

“Festambiente anche quest’anno si presenta come la kermesse ecologista più importante nel panorama nazionale- ha commentato Angelo Gentili, coordinatore nazionale di Festambiente-per il ventesimo anno consecutivo, Festambiente si fa agorà per l’ambiente, per la legalità e la solidarietà, un lungo viaggio per un mondo migliore e sostenibile. E nonostante i vent’anni rimane invariata la nostra voglia di crescere, di imparare ma soprattutto di continuare il nostro lungo viaggio per un mondo migliore e sostenibile.  La cittadella di Festambiente, con la discussione politica, con la musica di qualità, con l’enogastronomia tipica e biologica, con la valorizzazione e la sensibilizzazione delle fonti rinnovabili rappresenta l’Italia che soffre, combatte e si batte per la legalita’, per un mondo diverso e possibile.”

Un cartellone, quello di Festambiente, che varia dalla politica alla musica, dal teatro all’arte di strada, dal cinema ai documentari, dalle mostre agli appuntamenti enogastronici.  Molti dibattiti saranno dedicati ai cambiamenti climatici e al surriscaldamento del pianeta con le soluzioni energetiche appropriate, al paesaggio e al turismo di qualità su cui si confronteranno politici locali e nazionali, insieme a esperti e giornalisti . Ampio spazio verrà dato anche ad altre tematiche quali l’agricoltura sostenibile,  le biodiversità,  le energie alternative.

Festambiente è  anche divertimento per tutti: quest’anno il cartellone degli spettacoli vedrà impegnati artisti di grande eccezione, il Clorofilla Film Festival offrirà un viaggio in luoghi dove si vive seguendo ritmi più naturali, il Teatrambiente per i più piccoli darà spunti di conoscenza, attraverso il gioco, delle problematiche ambientali.Non mancheranno grandi artisti da sempre impegnati nelle le tematiche ecologiste:  si inizia l’8 agosto con Paolo Rossi, il 9 con Daniele Silvestri, il 10 con Max Gazzè, proseguendo l’11 con Francesco De Gregori, il 12 con Gino Paoli che insieme a Flavio Boltro, Danilo Rea, Rosario Bonaccorso e Roberto Gatto presenterà “Un incontro di Jazz”, il 13 con Paolo Belli e la sua Big Band, continuando il 14 con i Modena City Ramblers , il 15 con Caparezza, il 16 con Roy Paci e Aretuska e concludendo il 17 con la P.F.M canta De Andrè.

Partecipa alla manifestazione anche la regione Toscan, che propone un percorso espositivo dedicato ai vincitori del Premio Toscana ecoefficiente 2008 (dieci realtà toscane che hanno trovato il modo di coniugare il rispetto per l’ambiente e l’innovazione nella vita quotidiana) e la mostra “L’altra toscana: i Parchi“, con una selezione di scatti fotografici originali sui temi del paesaggio e della biodiversità terrestre. Saranno inoltre organizzati, in collaborazione con Arsia, laboratori per ragazzi sull’educazione al gusto e degustazioni di prodotti tipici. Per l’occasioene sarà presentato un manifesto che illustra le buone pratiche per il risparmio energetico e distribuiti i vademecum “Il clima in tasca”.

Elemento fondamentale della presenza della regione a Festambiente sarà la grande piramide alimentare, installazione in legno posta al centro della stand regionale che riproduce la piramide alimentare toscana. La piramide alimentare è suddivisa su più livelli ed indica le corrette proporzioni degli alimenti nella dieta individuale. Nel livello più basso, alla base della piramide, sono rappresentati i cibi da consumare tutti i giorni e anche più volte nella stessa giornata, nei livelli più alti quelli da mangiare saltuariamente. Si parte da frutta e verdura al primo gradino per passare ai cereali (pane e pasta) al secondo, poi legumi, frutta secca e latte al terzo, pesce e pollame al quarto, formaggi, uova e patate al quinto, carne rossa salumi e dolci al vertice. La piramide alimentare toscana, basata sulla tradizione gastronomica locale, accetta anche un bicchiere di vino (bevuto durante i pasti e con moderazione), ma raccomanda di bere molta acqua e fare con costanza una leggere attività fisica. In tutto nella Piramide toscana sono presenti 70 prodotti, di cui 65 sono prodotti tradizionali toscani. La piramide toscana evidenzia la ricchezza della produzione della nostra regione e mette in risalto l’importanza di poter accedere a cibi genuini, prodotti vicino al luogo di consumo e per questo più freschi e più sani, senza costi aggiunti sia in termini di trasporto che di inquinamento.

Festambiente sarà aperta a partire dalle 17,30 dall’ 8 al 17 agosto e sarà raggiungibile anche grazie ad una navetta gratuita che percorrerà ogni sera la costa maremmana partendo da Castiglione della Pescaia e facendo soste nelle principali località costiere e del capoluogo, garantendo così la possibilità a chi vuole lasciare a casa la propria auto di poterlo fare.  


 

 

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin