Un codice d’argento servirà al pronto soccorso per identificare gli anziani fragili, mentre una rete di collegamento permetterà un maggior dialogo e interazione tra ospedale e territorio. Questi punti chiave del progetto, che sarà coordinato da nuove figure professionali: angeli custodi, o case manager come si dice nel mondo anglosassone, laureati in scienze infermieristiche e riabilitative appositamente formati.

Le altre regioni coinvolte oltre la Toscana sono il Veneto, il Lazio e la Sicilia. “Un altro esempio del ‘fare bene’ di questo Governo – ha dichiarato Paolo Bonaiuti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio – che con il ‘Codice Argento’ dimostra ancora una volta di venire incontro alle categorie piu’ fragili, assicurando loro un’assistenza adeguata, migliorando le prestazioni, contenendo i costi dell’Assistenza Sanitaria”.