sabato, 26 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Anziana vittima mette in fuga...

Anziana vittima mette in fuga il truffatore

Truffatore messo in fuga dalla sua vittima, un'anziana di ottantaquattro anni che gli ha chiesto un tesserino di riconoscimento e i dati anagrafici. L'uomo, si era spacciato come dipendente dell'INPS e voleva farsi consegnare 195 euro.

-

E’ stato smascherato dall’anziana signora che gli aveva aperto la porta di casa. L’uomo si era presentato come dipendente INPS e aveva tentato di farsi consegnare 195 euro.

L’anziana signora però ha chiesto un tesserino di riconoscimento, i dati anagrafici e un numero di telefono, costringendo il truffatore ad allontanarsi immediatamente.

L’episodio è accaduto a Firenze ieri mattina, 11 novembre, intorno alle 10.

Altri quattro casi analoghi si sono verificati negli ultimi mesi, in cui persone anziane, seguendo i consigli dati dalla Questura per la prevenzione delle truffe, sono riusciti a sventare tentativi di raggiri messi in atto ai loro danni.

Si e’ rivelata decisivo a mettere in fuga i malintenzionati la richiesta di documenti di riconoscimento attestanti la funzione dichiarata dagli interlocutori, o la manifestazione agli stessi dell’intenzione di voler contattare il 113 per la verifica di quanto riferito.

 

 

 

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin