Ci si può iscrivere fino al 23 maggio nei rispettivi quartieri (ogni quartiere ha giorni e orari diversi in cui ci si può iscrivere). Ci sono, inoltre, novità riguardanti le tariffe (le più basse di tutta l’area metropolitana) come la riduzione delle fasce dell’Isee (Indicatore situazione economica equivalente) che tiene conto degli elementi relativi al nucleo familiare, ai redditi e ai patrimoni che la Giunta ha da poco approvato. Le nuove tariffe del servizio comprendono infatti sette fasce. Si va dalla prima che fino 4.000 euro di Isee consente all’anziano di avere una spesa solo del 17 per cento rispetto al costo complessivo della vacanza, alla penultima che con un Isee di 11.000 euro comporta il 90 per cento del costo del soggiorno a carico dell’utente. Oltre gli 11.000 euro Isee il soggiorno è totalmente a carico dell’utente. Le altre fasce isee sono le seguenti: fascia 2 – da 4.000,01 a 5.000,00 il 27% del costo del soggiorno; fascia 3 – da 5.000,01 a 6.000,00 il 45% del costo del soggiorno;fascia 4 – da 6.000,01 a 7.000,00 il 65 % del costo del soggiorno; fascia 5 – da 7.000,01 a 8.500,00 il 80% del costo del soggiorno.

In pratica, grazie all’introduzione dell’Isee, un soggiorno di 15 giorni al mare o in montagna, tutto compreso, costa circa 93 euro a testa per chi presenta un Isee fino a 4.000 euro. La tariffa a carico dell’anziano è una percentuale del costo del servizio. Il costo medio di un soggiorno di 15 giorni a tariffa piena in pensione completa comprensivo di viaggio si aggira attorno ai 550 euro. “La percentuale a carico degli utenti che usufruiscono del servizio vacanze anziani del Comune di Firenze è la più bassa di tutta l’area metropolitana – ha dichiarato l’assessore ai rapporti con i quartieri Cristina Bevilacqua, presentando il servizio -. In questo modo cerchiamo di salvaguardare gli utenti più deboli sostenendo la loro partecipazione a momenti di socializzazione e ricreativi durante l’estate come le vacanze anziani”.

L’anno scorso sono stati 2432 gli anziani che si sono iscritti al servizio vacanze anziani e 403 hanno avuto il contributo del Comune. “Il Servizio è molto curato e ogni gruppo ha un accompagnatore – ha aggiunto l’assessore Cristina Bevilacqua – e sono molti i cittadini che usufruiscono del servizio senza presentare la certificazione Isee. La qualità e le tariffe offerte dal Comune sono migliori di quelle proposte dal mercato”. “Nel quartiere 2 sono circa 600 gli anziani che l’anno scorso hanno usufruito del servizio e, grazie all’introduzione delle nuove fasce Isee – ha commentato Marzio Brusini presidente della commissione servizi sociali del quartiere 2 presente alla presentazione del servizio – intendiamo incrementare il numero dei partecipanti per la prossima estate”

Queste le destinazioni dei soggiorni anziani quartiere per quartiere:

Quartiere 1: Lido di Camaiore, Bellaria, Pesaro, Porretta Terme, Andalo;
Quartiere 2: Marina di Montalto, Pesaro, Paestum, Cesenatico, Tarquinia, Cattolica, Recoaro, Fiumalbo, Cavedago;
Quartiere 3: Torre del Lago, Tarquinia, Cattolica, Cesenatico, Faidello-Fiumalbo, Porretta Terme;
Quartiere 4: Viareggio, Torre del Lago, Rimini, Ischia, Pesaro, Tarquinia, Calabria, Porretta Terme, Andalo;
Quartiere 5: Torre del Lago, Porto Cesareo, Tarquinia, Cavedano in montagna e Levico, Pesaro, Viareggio, Mantalto di Castro.