I due erano stati arrestati con l’accusa di tentato rapimento e poi rilasciati dopo 26 giorni di detenzione per “non luogo a procedere”. Un incontro che è avvenuto nel pomeriggio di ieri in Palazzo Vecchio, dove padre e figlio, insieme alla mamma signora Rosalba e alla sorella di 12 anni, hanno avuto un lungo e cordiale colloquio con Domenici.

La famiglia Accorinti ha raccontato l’incredibile esperienza vissuta, scaturita dopo una segnalazione alla polizia londinese ed ha ringraziato il sindaco per la vicinanza e l’impegno dimostrati per facilitare la positiva soluzione della vicenda. Padre e figlio hanno raccontato di essere stati reclusi in due prigioni diverse, senza poter comunicare tra loro ed il padre, in una sezione speciale, per i gravi capi di imputazione che gli erano stati contestati.