sabato, 17 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaBambini e web a confronto

Bambini e web a confronto

-

Ma è il rapporto dei ragazzi con i nuovi media, in particolare con internet, il filo conduttore delle attività. Lunedì 12 maggio, alle 21, l’Istituto degli Innocenti introduce il tema e presenta www.trool.it e www.ragazziestampa.it, progetti di educazione ai media realizzati per la Regione Toscana.

I ragazzi delle Scuole Kassel e Botticelli-Puccini raccontano l’esperienza dei laboratori delle Chiavi della Citttà seguiti quest’anno.

Nell’occasione ragazzi, famiglie e insegnanti si confrontano su problemi e opportunità offerte dai mezzi di informazione e da internet alle nuove generazioni. In programma anche una video-intervista ai genitori per vedere cosa sanno delle nuove tecnologie.

Oltre la teoria la pratica. I genitori potranno esercitarsi insieme ai figli nell’uso consapevole del web 2.0, quello fatto dagli utenti. Potranno fare i reporter per raccontare: ‘Il tuo quartiere e la tua città nel week end’ attraverso foto, video, interviste, immagini e testi digitali.  I ‘compiti a casa’  si possono svolgere anche in gruppo usando PC, videocamere, macchine fotografiche e telefonini per raccontare la vita nei giardini o nelle piazze, i parchi lungo l’Arno, monumenti, chiese, luoghi o cose curiose e poco conosciute. In questo modo i ragazzi possono utilizzare il web in maniera consapevole e creativa, e  sfruttarne a pieno le potenzialità con il supporto e la complicità degli adulti, coinvolti attivamente nel gioco del racconto.

Tutto il materiale prodotto sarà messo in linea su www.trool.it, e proiettato nella serata del 22 maggio, dedicata ai ‘reporter’ per internet.

MaggoBambino si conclude giovedì 29 maggio con una festa per i 30 anni di Goldrake, cartone animato cult per diverse generazioni, trasmesso per la prima volta in Italia nel 1978.

Ospite della serata il giornalista Massimo Nicora, il maggiore esperto italiano di Goldrake, che ripercorrerà la storia e le polemiche suscitate dal mitico robot. Uno spunto per confrontare i contenuti proposti ai ragazzi dalla tv, oggi e venti anni fa.

Ultime notizie