sabato, 25 Maggio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & Politica100.000 euro dal Bando Sport...

100.000 euro dal Bando Sport 2023 di Publiacqua

Un sostegno economico alle società sportive per progetti di alto valore sociale e per l'inclusione. La società che gestisce il servizio idrico in 46 comuni toscani lancia il nuovo Bando sport

-

- Pubblicità -

Progetti per rendere accessibile a tutti l’attività sportiva, dai diversamente abili ai giovani fino alle persone in difficoltà economica, perché sia veramente un’occasione di socialità e riscatto. Il Bando Sport 2023, lanciato da Publiacqua, mette a disposizione 100.000 euro in favore delle realtà sportive che operano nei 46 comuni toscani dove la società gestisce il servizio idrico, per attività che hanno come obiettivo l’inclusione, la socializzazione e l’educazione. Negli scorsi tre anni Publiacqua ha sostenuto questo mondo con altri bandi che hanno assegnato più di 300mila euro a 95 progetti diffusi sul territorio.

Come funziona il Bando Sport 2023 di Publiacqua

Possono partecipare associazioni e società sportive dilettantistiche (ASD e SSD), le federazioni sportive, i gruppi e i circoli sportivi, le società cooperative dilettantistiche, le organizzazioni senza scopo di lucro con sede in uno dei 46 Comuni dove opera Publiacqua, in forma singola o associata. C’è tempo fino al 31 ottobre 2023 per partecipare al Bando Sport 2023 con una procedura online in cui specificare il progetto e un piano economico di massima. Il contributo economico arriverà fino a 10.000 euro e coprirà fino al 50% del costo totale, anche per progetti già avviati.

- Pubblicità -

In particolare è possibile richiedere il cofinanziamento per iniziative che hanno come obiettivo l’eliminazione degli ostacoli di natura economica per l’accesso l’attività sportiva; il sostegno a percorsi di empowerment rivolti a  soggetti in condizioni di fragilità, la prevenzione del rischio di dipendenze tra i giovani e la riduzione del disagio giovanile; la promozione di iniziative rivolte a persone con diversi tipi di disabilità fisica, psico-mentale e sensoriale; il contrasto alla povertà educativa. Ad esempio potrà essere prevista la copertura dei costi di iscrizione per i soggetti svantaggiati o l’acquisto di attrezzatura sportiva ad hoc.

Le richieste saranno poi valutate e classificate in base a diversi fattori, tra cui il numero dei potenziali beneficiari del progetto (anche in relazione alla popolazione presente nell’area interessata) e la qualità della proposta.

- Pubblicità -

Un sostegno alla parte viva del territorio

“Con il Bando Sport 2023, come richiesto dai nostri soci ossia dai Comuni dove gestiamo il servizio idrico, diamo un supporto alle parti vive e attive delle nostre comunità – afferma il presidente di Publiacqua Nicola Perini – Vogliamo alimentare ancora di più la funzione sociale delle società sportive, che già svolgono un ruolo straordinario per la collettività”. Dal ciclismo alla pallavolo fino al rugby, per i bandi sport 2021 e 2022 sono arrivate 201 richieste, con oltre 211.000 euro erogati per 41 progetti finanziati. Tra questi, il Centro Giovanile di Formazione Sportiva di Prato grazie ai fondi ha potuto permettere l’accesso al nuoto e a varie discipline acquatiche a bambini provenienti da contesti di povertà educativa, seguiti dai servizi sociali o da associazioni del terzo settore. Inoltre 8 bambini con disturbi dello spettro autistico sono stati seguiti nelle loro attività sportive da educatori specializzati.

Intanto Publiacqua ha annunciato che nelle prossime settimane arriveranno altri bandi: quello “I Care” per iniziative di carattere sociale e assistenziale e il nuovo avviso per i “Cammini dell’acqua” per sostenere la creazione, valorizzazione o riqualificazione di percorsi e sentieri tematici legati alla risorsa idrica.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -