venerdì, 12 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaBar Necchi di Firenze all'asta,...

Bar Necchi di Firenze all’asta, simbolo della supercazzola di Amici miei

Per il locale, chiuso da tempo, si cerca una soluzione. Tra le ipotesi anche una nuova asta

-

- Pubblicità -

Dalla supercazzola all’asta giudiziaria. Nella storia del Bar Necchi di Firenze, reso celebre dal film Amici Miei, si aggiungerà forse un nuovo capitolo: il Tribunale cercherà un compratore per la licenza del locale in via dei Renai 17 rosso (fino a poco tempo fa “Negroni bar”), finito al centro di una serie di fallimenti. Dopo varie traversie e pause nell’attività, la saracinesca si è abbassata definitivamente nel 2019 e a niente è valso un crowdfunding lanciato per salvare il luogo, che dal 1975 è rimasto legato indissolubilmente all’opera di Mario Monicelli, perché qui si ritrovavano i cinque personaggi protagonisti del film.

Il Bar Necchi di Firenze, uno dei luoghi di “Amici Miei”

Proprio davanti al Bar Necchi, la macchina da presa ha immortalato Ugo Tognazzi, alias Conte Mascetti, pronunciare una delle famose supercazzole, per evitare la multa di un petulante vigile urbano ai colleghi di zingarate, colpevoli di un clacsonata di troppo. Un nonsense, tra un “Tarapia tapioco” e una “Prematurata la supercazzola“, che è rimasto nella storia del cinema e anche nella memoria dei fiorentini, tant’è che il Comune nel 2017 ha posto in via dei Renai una targa in ricordo dei personaggi di Amici Miei. Ma già ai tempi della lapide, era rimasto ben poco delle atmosfere del mitico Bar Necchi. Il localino dall’atmosfera familiare degli anni Settanta con il tempo si è trasformato nel Bar Negroni, luogo amato dalla movida di San Niccolò e passato da mille vicende. Chiusure per disturbo della quiete pubblica, “patti della notte” per trovare il giusto equilibrio tra residenti e vita notturna, battute di arresto, fallimenti e cambiamenti di format.

- Pubblicità -

Perché il Negroni va all’asta

La saracinesca si è abbassata definitivamente due anni fa e a nulla è valsa la prima asta andata in scena nel 2021, che non ha dato i frutti sperati. Nel medesimo anno era stato lanciato anche un crowdfunding online, per riaprire lo storico Bar Necchi di Firenze, dagli stessi appassionati che nell’ultimo decennio hanno organizzato raduni, eventi e tour nei luoghi di “Amici Miei”. Adesso c’è un flebile speranza per la ripartenza. La proprietà del fondo non è coinvolta nel fallimento, ma proprio per le questioni legate ai debiti, il locale al momento non può riaprire. Una soluzione potrebbe essere l’asta della licenza per il bar-ristorante-pizzeria. Quanto costerà acquistare la licenza dell’ex Bar Necchi? Ci sono solo ipotesi. Secondo Il Tirreno, il primo quotidiano a riportare la notizia, la cifra si aggirerebbe intorno ai 50mila euro. Ma per ora la data dell’asta non è stata fissata.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -