giovedì, 3 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Boati in cielo: erano caccia...

Boati in cielo: erano caccia in volo

Paura ieri in città per due forti boati avvertiti intorno alle 19 da molti cittadini. Molte telefonate di allarme, poi "mistero" risolto: il forte rumore era dovuto al superamento della velocità del suono da parte di due caccia, decollati per intercettare un aereo straniero che aveva perso il contatto radio.

-

I boati erano stati avvertiti nel tardo pomeriggio di ieri nel cielo sopra Firenze e nelle zone limitrofe. Centinaia di telefonate avevano raggiunto i centralini dei vigili del fuoco, della prefettura, del 118, dei carabinieri e della questura.

Il rumore era stato provocato da un’operazione di intercettazone di un aereo straniero compiuta da due Eurofighter italiani. L’Aeronautica ha infatti reso noto che una coppia di caccia Eurofighter del 4° Stormo di Grosseto si è alzata in volo alle 18:45 circa per intercettare un Boeing 737 di nazionalità ceca, diretto da Tunisi a Praga, che aveva perso il contatto radio con gli enti del controllo del traffico aereo all’altezza di Roma.

Era così partito l’ordine di scramble (in gergo tecnicoè il nome del decollo di caccia intercettori su allarme) su ordine del Comando Operativo delle Forze Aeree di Poggio Renatico, e i due caccia sono immediatamente decollati dalla base di Grosseto in direzione nord per intercettare il velivolo civile. Intorno alle 18:55 il Boeing ha ripristinato il regolare contatto radio determinando la fine della missione di intercettazione.

Durante le fasi iniziali della missione di intercettazione, si è verificato il fenomeno del “bang sonico”, nel momento in cui i due caccia hanno raggiunto e superato la velocità del suono, e questo ha provocato i boati sentiti dai cittadini. Terminata l’operazione, i due caccia Eurofighter hanno potuto far rientro nella base maremmana.

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: scendono i ricoveri ma aumentano i morti

I dati del 2 dicembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Il Reporter dicembre 2020

La pandemia poteva offrire l’occasione per far conoscere anche al grande pubblico questa vertigine, per mostrare che un po’ di conoscenza scientifica aggiunge un livello di profondità ulteriore alla complessa bellezza della vita.

Bonus collaboratori sportivi dicembre: come richiedere l’indennità

Arriva la sesta "mensilità" per atleti, tecnici e lavoratori amministrativi delle società sportive. Come funziona la domanda per l'indennità, cosa fare la prima volta e a cosa stare attenti se si è già ricevuto il bonus

Innovazione, l’Università di Firenze lancia un master in trasformazione digitale

Si chiama "Digital Transformation. Progettare e gestire l’innovazione" il master al via all'Università di Firenze