martedì, 21 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaBotti di capodanno, un vademecum...

Botti di capodanno, un vademecum online

In vista della notte di San Silvestro, la Questura di Firenze ha messo online una guida di consigli utili a prevenire i rischi derivanti dall'uso di fuochi d'artificio e fontane luminose.

-

3 GUIDE PER 3 TARGET. Realizzato dall’Ufficio Minori della Divisione Anticrimine, il vademecum è disponibile in tre versioni, destinate ai ragazzi, ai genitori e agli insegnanti all’indirizzo internet  http://questure.poliziadistato.it/Firenze.

“La scelta di affidare alla rete internet la campagna di sensibilizzazione per la prevenzione dei pericoli legati ai fuochi pirotecnici è legata – spiega il Questore Francesco Tagliente – alla valutazione della Questura di dialogare con i cittadini, e in particolare con i giovani, attraverso le forme di comunicazione oggi più diffuse, continuando nella politica di prossimità da anni attuata per stabilire un sempre più efficace dialogo e contatto con i cittadini”.

Ogni anno si registrano accessi al Pronto Soccorso, in particolare dei bambini in età pediatrica e degli adolescenti fra i 10 e i 14 anni, per traumi, ustioni, perdita delle dita, delle mani, della vista e lesioni più gravi.

POCHI SEMPLICI ACCORGIMENTI. Ai genitori il consiglio di tutelare i ragazzi ricordando alcune norme fondamentali e seguendo pochi e semplici accorgimenti. In particolare, il divieto di vendita di qualsiasi tipo di fuochi ai minori di 14 anni e l’utilizzo dei giochi pirotecnici sempre alla presenza di un adulto.

NIENTE BOTTI NELLO ZAINO. Agli insegnanti il suggerimento di vigilare sugli alunni nel periodo immediatamente successivo alle feste, in particolare all’entrata e all’uscita da scuola e in giardino, e di ricordare ai ragazzi che riporre fuochi in tasca o nello zaino è estremamente rischioso, perché si possono accendere con lo sfregamento accidentale.

ADULTI SEMPRE VICINI. Per i bambini e i ragazzi pochi semplici consigli: accendere i fuochi sempre insieme ad un adulto; non riporli in tasca o nello zaino; non toccarli e non raccoglierli per strada; avvisare immediatamente un adulto (a scuola la maestra) se altri ragazzi licustodiscono o li maneggiano; ricordare che tutti i fuochi, anche quelli apparentemente più innocui, sono pericolosi.

ATTENZIONE A TRASPORTO E CUSTODIA. Alcuni suggerimenti utili sono stati dati anche per l’acquisto, il trasporto, la custodia. In particolare si raccomanda di non stipare quantitativi significativi nei mezzi di trasporto o nelle abitazioni in attesa dell’ultimo dell’anno, di non custodire i fuochi in luoghi in cui vi siano liquidi infiammabili o materiale facilmente combustibile e, nel caso di mancato funzionamento, di lasciarli smorzare, attendendo almeno 30 minuti prima della rimozione, e poi gettarli in un secchio pieno d’acqua per almeno un’ora.

GIORNO DOPO SEMPRE ALL’ERTA. Per prevenire gli incidenti del “giorno dopo” è importante non rimuovere o toccare eventuali fuochi rimasti in strada nei giorni successivi al 31 dicembre, a rischio di esplosione.

Ultime notizie