HomeSezioniCronaca & PoliticaCaccia al Papa-selfie, cronaca di...

Caccia al Papa-selfie, cronaca di una mattina tra la folla

Una lunga maratona dietro le transenne tra piazza Duomo, via dei Servi e Santissima Annunziata per portare a casa uno scatto con il Santo Padre

-

Bambini arrampicati sulle facciate per “rubare” un sorriso al Santo Padre, anziane in attesa per ore in prima fila davanti alle transenne, un esercito di persone in piedi sulle panchine di piazza del Duomo per avere dalla loro il “fattore altezza” e portare a casa l'immagine migliore. 

Tutti a caccia dello scatto con Papa Francesco, tra falsi avvistamenti (“Sta arrivando – urlano in tanti – no, è solo un’auto della polizia”) e coloriti screzi con il “vicino di fila”.

“Mi fa passare? Dovrei arrivare al portone di casa”, chiede una signora poco prima del passaggio del Pontefice lungo via dei Servi, “No – le risponde un anziano posizionato poco più avanti– è una scusa, vuole arrivare in prima fila”.

Le bandierine vanno a ruba

Cronaca di una mattinata durante la quale si contano quasi più smartphone e macchine fotografiche che persone. Il gadget più gettonato? La bandierina con i colori del Vaticano e l'immagine del Pontefice. Pochi invece gli acquisti dei calendari con Papa Francesco in copertina, riferiscono dall’edicola di via Martelli. Anche le bandiere, quelle in stoffa, non sembrano aver conquistato troppo i fedeli.

Guarda la gallery

“Assalto” alla tramvia

Ad andare a ruba sono invece i biglietti per la tramvia, il mezzo scelto da molti per arrivare in centro, preso d’assalto fin dalle prime ore del mattino. Poi tutti a piedi, in una lunga maratona tra le tappe di Francesco: piazza Duomo, via dei Servi, Santissima Annunziata. “Ma che giornata splendida per passeggiare nelle strade del centro: non c'è traffico e non ci sono macchine”, fa notare una coppia di anziani diretti in piazza. 

E l'artista.. lava i piedi ai passanti

Mentre il Papa passa in piazza Duomo, poche centinaia di metri più in là, in via de' Cerretani, una performer mascherata  lava i piedi ai passanti in una bacinella d’acqua, sotto lo sguardo divertito di molti. “È un gesto simbolico. Non sono cattolica, ma vuole essere un omaggio al Papa”, spiega Tina, artista danese che vive a Firenze da 18 anni. “Si tratta di un atto di umiltà. Peccato che la gente sia diffidente e non accetti facilmente”.

Facce da Papa

In Santissima Annunziata si trova il gruppo più nutrito di fedeli. Graciela, argentina di Buenos Aires a Firenze da 30 anni, è arrivata in piazza per vedere il Papa. La signora Carla di San Frediano si diletta nella creazione di cappelli e per questa occasione ne ha ideato uno in onore del Santo Padre: in cima al copricapo svetta una colomba, con accanto tre bandierine che recitano “Carità, verità, bellezza”.

Ultime notizie