La certificazione, prevista dalla direttiva UE per tutti gli stati membri, è rilasciata dall’Agenzia Fiorentina per l’Energia srl ed è un documento con marchio di qualità. La classificazione energetica dell’edificio avviene in seguito a un’indagine sull’immobile durante la realizzazione (progettazione e costruzione).

Il certificato evidenzia l’entità del fabbisogno di calore e presenta due classificazioni: una riguardo alla classe di isolamento termico dell’immobile e l’altra riguardo alla qualità dell’impiantistica. Un’etichetta suddivisa in caselle colorate (dal verde per quelli a basso fabbisogno energetico, al rosso per quelli ad alto fabbisogno) indicherà anche ai non addetti ai lavori la tipologia di costruzione.

Adeguare un edificio a questi standard comporta anche dei vantaggi fiscali: rende infatti possibile accedere alla detrazione fiscale Iperpef/Ires del 55% già prevista dalla Legge Finanziaria 2007.

“A partire da dicembre – afferma il Presidente della Provincia, Matteo Renzi – il territorio fiorentino avrà a disposizione un valido strumento per raggiungere l’obiettivo di dimezzare il consumo di energia tradizionale entro il 2015. Il mese di dicembre non è un punto di arrivo, ma rappresenta una tappa importante del percorso che ci siamo dati per fare della provincia di Firenze una delle più virtuose d’Italia in materia di risparmio e di energie alternative“.

“La solarizzazione delle scuole, gli impianti fotovaltaici nelle discariche esaurite, l’incentivo mille per mille alle famiglie, l’energia idroelettrica che sarà ricavata dalle traverse dell’Arno e gli impianti eolici in Mugello – ha continuato Renzi-, completeranno il quadro delle nostre scelte amministrative in materia ambientale”.