HomeSezioniCronaca & PoliticaCase Passerini, l'impianto riparte dopo...

Case Passerini, l’impianto riparte dopo l’incendio

È ripresa regolarmente nelle prime ore di stamani l'attività di trattamento dei rifiuti presso l'impianto di selezione e compostaggio di Case Passerini dopo l'incendio sviluppatosi ieri mattina all'interno nella fossa di stoccaggio dei rifiuti.

-

L‘allarme è scattato alle 11.30 di ieri e grazie all’intervento dei vigili del fuoco e del personale di Quadrifoglio è rientrato un’ora dopo, quando la massa di rifiuti interessata dalla combustione era già stata separata e spenta. Il totale dei rifiuti effettivamente bruciati sarebbe comparabile al volume di quattro cassonetti stradali.

La causa dell’incendio, secondo le prime ipotesi, potrebbero essere ceneri o lapilli ancora accesi gettati da qualcuno nei cassonetti e poi raccolti nella serata o nella notte di sabato. Una volta raccolto il materiale incandescente, e anche grazie al fatto che lo stabilimento è chiuso di domenica, il fuoco ha covato fino a dar vita all’incendio, facendo poi scattare i sistemi di allarme.

I rilievi effettuati sul posto dai tecnici dell’Arpat e dai carabinieri non hanno evidenziato alcun pericolo per l’incolumità delle persone, comprese quelle impegnate all’interno dell’impianto nelle operazioni di ripristino.

Ultime notizie