In centro prosegue l’operazione interramento dei cassonetti. La giunta comunale, nella seduta di ieri, ha approvato, su proposta dell’assessore alla mobilità, manutenzioni e decoro Massimo Mattei, i progetti definitivi per ulteriori quattro isole ecologiche interrate in centro. Per la precisione in piazza dell’Unità Italiana, piazza Madonna degli Aldobrandini, piazza San Paolino e nella zona di piazza Santo Spirito (in via Sant’Agostino e piazza San Felice).

OBIETTIVO. “Queste quattro isole ecologiche interrate rappresentano un nuovo fondamentale passo avanti per il raggiungimento del nostro obiettivo, ovvero l’interramento dei cassonetti nei luoghi più caratterizzanti del centro storico – commenta l’assessore Mattei –. Si tratta di un tassello importante per migliorare il decoro di aree centrali della nostra città e dove queste stazioni ecologiche sono già state completate, per esempio via Maso Finiguerra, Borgognissanti e piazza Santa Maria Novella solo per citarne alcune, hanno riscosso grande successo tra i cittadini”.

ISOLE ECOLOGICHE. Nello specifico, l’isola ecologica interrata di piazza dell’Unità Italiana sarà composta da otto campane (cinque per i rifiuti indifferenziati, tre per il multimateriale ovvero vetro, lattine, tetrapak e plastica) in linea collocate lungo l’attuale parcheggio dei taxi, sul lato sinistro della piazza, a lato del numero civico 1. In piazza Madonna degli Aldobrandini le campane interrate saranno sei (quattro per i rifiuti indifferenziati e due per il multimateriale) e verranno collocate in linea con il prolungamento di via del Giglio, alla destra della carreggiata in direzione di via Canto dei Nelli e leggermente arretrate rispetto all’attuale delimitazione stradale. Passando a piazza San Paolino, l’isola ecologica sarà composta da quattro campane interrate accoppiate su due file collocate in angolo tra piazza San Paolino e via Palazzuolo, e funzionerà anche da deterrente alla sosta selvaggia.

SANTO SPIRITO. Infine l’area di piazza Santo Spirito, che sarà servita invece che da una isola ecologica unica nella piazza da tre postazioni interrate, soluzione preferita per i forti vincoli di accesso per i mezzi per la raccolta dei rifiuti. Quindi saranno realizzate tre piccole isole ecologiche dislocate rispettivamente una in piazza San Felice e due in via Sant’Agostino, ovvero in corrispondenza al numero civico 12 (di fronte a piazza Santo Spirito) e all’angolo con via dei Serragli. Per quanto riguarda la postazione di piazza San Felice, le campane interrate saranno cinque (di cui quattro per il rifiuto indifferenziato e una per il multimateriale) e collocate lungo il marciapiede nel tratto tra piazza Pitti e via Maggio. La prima isola interrata in via Sant’Agostino (di fronte a piazza Santo Spirito) andrà a sostituire gli attuali cassonetti mobili offrendo però un maggior spazio per i rifiuti. Le campane saranno complessivamente quattro di cui quattro per l’indifferenziato e due per il multimateriale. La seconda postazione interrata in via Sant’Agostino sarà realizzata all’angolo con via dei Serragli e prevede tre campane di cui due per l’indifferenziato e una per il multi materiale.