mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCenone con pandoro farcito, sì...

Cenone con pandoro farcito, sì ma di cocaina

Cena a casa di amici, tutto pronto per la serata di capodanno, compreso il pandoro ripieno. Sì, ma di cocaina. Un meccanico 35enne di Firenze è stato arrestato dai carabinieri, insospettiti dal panico che si era dipinto sul suo volto non appena è stato fermato per un banale controllo.

-

Era quasi arrivato a destinazione, l’operaio fiorentino, incensurato, con il particolare dono, quando è stato fermato da una pattuglia dei carabinieri della Stazione di Grassina.

A quel punto l’uomo ha iniziato a sudare freddo e a dimostrarsi così in imbarazzo da insospettire i militari che a quel punto hanno controllato tutto con attenzione, specie quanto veniva trasportato per trascorrere in compagnia la serata.

La confezione del pandoro è risultata così aperta e al suo interno c’era sì una bustina, ma con 20 grammi di cocaina.

L’uomo è stato dunque arrestato, ma nell’attesa di estendere la perquisizione a casa, il cellulare non la finiva più di squillare. Dall’altra parte della cornette la voce di una ragazza piuttosto alterata che si informava su dove fosse finito l’amico. Insospettiti anche da questo fatto i carabinieri hanno voluto controllare l’abitazione della donna, una parrucchiera 32enne di Scandicci, e hanno trovato nientemeno che mezzo chilo di coca nascosto tra la biancheria intima. Non mancava neanche il materiale per il confezionamento ed una agendina, con tanto di appunti sul “movimento” di stupefacente a decine di insospettabili clienti fiorentini, per un giro d’affari che avrebbe fruttato ai due, solo nel periodo natalizio, circa 80mila euro. Anche la donna è finita in manette.

E il nuovo anno per i due è cominciato dietro le sbarre. 

Ultime notizie