martedì, 29 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Cinquemila in piazza contro la...

Cinquemila in piazza contro la riforma Gelmini

Tanti erano gli studenti ( tra liceali, universitari, dottorandi e ricercatori) che questa mattina hanno protestato in città contro la riforma Gelmini. In testa al corteo, una bara con necrologio: "Qui giace l'università pubblica".

-

La manifestazione, svoltasi in contemporanea in un centinaio di piazze italiane, era stata indetta dall’Unione degli Studenti contro il maestro unico, i tagli al settore e la reintroduzione del voto di condotta.

Oltre alla bara, che ha aperto il corteo, sui muri del centro sono stati affissi cartelli, necrologi improvvisati che recitavano frasi come:  “L’anno 2008, dopo lenta e dolorosa agonia si e’ spenta l’Universita’ pubblica. La cara estinta e’ morta in seguito a una pugnalata al cuore ricevuta dal Ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini nell’indifferenza del popolo italiano. Ne danno il triste annuncio gli studenti, i dottorandi, i ricercatori e i professori tutti. Non fiori ma opere di bene”.

Studenti di ogni età e grado hanno intonato cori contro la legge 133: alcuni ricercatori hanno sfilato in camice bianco, mentre i colleghi studenti delle superiori con divisa a lutto, un grembiule nero. 

Il corteo, affollattissimo, ha concluso la sua sfilata nelle vie del centro con un concentramento in Piazza Santissima Annunziata.

E mentre il consiglio di Facoltà di Scienze Matematiche e Fisiche ha bloccato le lezioni fino al 31 ottobre, per il 30 si annuncia uno sciopero generale.

 

Ultime notizie

Collaboratori sportivi, arriva il bonus da 600 euro per giugno 2020

Pubblicato, dopo più di un mese di ritardo, il decreto attuativo: come funziona l'indennità e come fare domanda alla società Sport e Salute

Trekking: la rinascita della “Via degli Dei”, da Firenze a Bologna

Da Bologna a Firenze a piedi, attraversando l’Appennino: è la Via degli Dei, un percorso dalla storia millenaria. Firmato un protocollo per promuovere il turismo slow

Il rischio di sospensione del campionato di Serie A per i positivi Covid

Dopo i 14 giocatori del Genoa risultati positivi al coronavirus ci si interroga su come mettere in sicurezza il mondo del pallone

Mascherina, dove c’è obbligo all’aperto: dalla Lombardia alla Sicilia

In quali regioni le mascherine sono obbligatorie, 24 ore su 24, anche all'aria aperta: le regole