sabato, 20 Agosto 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaI contagi da Covid in...

I contagi da Covid in crescita in Toscana: allarme tra sanitari e autisti

Undici morti in un giorno, i ricoveri nelle terapie intensive cresciuti del 38%: il picco dei contagi Covid è previsto per fine settimana

-

Pubblicità

In Toscana continua a preoccupare la situazione dei contagi Covid. Secondo l’ultimo bollettino diffuso dalla Regione oggi, 12 luglio, sono 7.587 i nuovi casi, senza nessun nuovo decesso. Ieri i morti erano stati undici. Aumentano i ricoveri che sono 704 (19 in più rispetto a ieri), di cui 25 in terapia intensiva (stabili). Il virus quindi sta circolando in maniera elevata e il picco, come dichiarato dal presidente della Fondazione Gimbe Nino Carabellotta, è previsto per fine settimana o inizio della prossima.

La difficile situazione dei sanitari

Se le persone tornano ad ammalarsi anche i sanitari sono in difficoltà, a causa dell’alto numero dei contagi Covid in Toscana. A lanciare l’allarme è stato il sindacato NurSind che ha chiesto un piano di assunzioni urgente definendo “gravissima” la situazione. Secondo il sindacato ci sono infatti centinaia di positivi tra il personale sanitario della Toscana. Solo a Firenze ci sono oltre 150 contagi, una trentina al Meyer e un centinaio all’Azienda ospedaliero-universitaria pisana. Logico dunque che la carenza degli organici porti problemi anche se una nota dell’Aou Careggi precisa che in questo momento “non c’è una criticità in riferimento ai necessari interventi riorganizzativi nei casi specifici si assenze per Covid”.

L’aumento dei contagi in Toscana coinvolge anche gli autisti

Pubblicità

Non solo sanitari. Il numero di contagi da Covid in Toscana appesantisce la situazione anche per quanto riguarda Autolinee Toscane, il gestore unico del trasporto locale in Toscana. Secondo At la situazione più complicata si ha nel Dipartimento Nord che comprende le province di Lucca, Livorno, Pisa e Massa Carrara. Le ultime rilevazioni di At indicano una evidente crescita del numero di assenti per malattia in queste aree. Se, ad esempio, martedì 7 giugno scorso si registravano 56 assenze per malattie o infortuni, un mese dopo, quindi giovedì 7 luglio, tali assenze erano salite a 102, cioè sono quasi raddoppiate in un mese, e calate di poco nel fine settimana. A Livorno, si spiega, i contagi Covid sono passati in una settimana da tre a 13. Situazione bollente: ai contagi si aggiunge lo sciopero, per il 12 luglio.

Pubblicità

Ultime notizie