domenica, 18 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaConte, conferenza stampa oggi 3...

Conte, conferenza stampa oggi 3 giugno: a che ora seguirla in diretta

Il presidente del Consiglio torna a parlare delle misure prese dal governo per l'emergenza coronavirus

-

Un discorso a tutti gli italiani nel giorno della riapertura dei confini tra regioni: il presidente del Consiglio Giuseppe Conte sarà protagonista oggi, 3 giugno, alle ore 18.00 di una conferenza stampa sulla nuova fase legata all’emergenza coronavirus, in diretta tv e in streaming. Cresce l’attesa per le parole del premier che saranno sì legate alla giornata importante che sta vivendo il Paese con il via libera alla mobilità interregionale, ma che saranno incentrate – secondo alcune indiscrezioni – anche su una nuova stagione politica di riforme.

Conferenza stampa di Conte a Palazzo Chigi: quando parla, dove vederla in diretta

È stato lo stesso Conte, sui suoi profili social, ad annunciare il nuovo discorso da Palazzo Chigi: l’orario della conferenza stampa del 3 giugno è indicativo, perché in passato si sono registrati slittamenti in avanti a causa dei ritardi delle riunioni del premier. Tutti i principali canali tv all news, come Sky tg 24 (canale 501 del digitale terrestre) e Rainews 24 (canale 48), trasmetteranno in diretta il discorso di oggi, e sarà possibile seguire la conferenza stampa pure in streaming sul web:

Secondo le anticipazioni, Conte non parlerà soltanto della gestione dell’emergenza sanitaria, ma anche delle misure per fronteggiare la crisi economica scatenata dal virus Covid-19.

Oggi pomeriggio, alle 18, conferenza stampa in diretta da Palazzo Chigi

Gepostet von Giuseppe Conte am Mittwoch, 3. Juni 2020

La nuova fase del 3 giugno

La conferenza stampa di Conte era attesa già nei giorni scorsi, per spiegare le novità previste il 3 giugno, ma è stata spostata per non accavallarsi con i festeggiamenti per il 74esimo anniversario della Repubblica.

Da oggi è possibile compiere spostamenti fuori regione, senza autocertificazione e senza l’obbligo di test sierologici. Le singole Regioni stanno però pensando a misure specifiche (qui il nostro articolo su cosa cambia dal 3 giugno). Restano in vigore le regole anti-coronavirus: distanza interpersonale di almeno un metro e mascherina obbligatoria nei luoghi chiusi accessibili al pubblico.

Ultime notizie