venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Conto alla rovescia per la...

Conto alla rovescia per la rivoluzione della sosta

Scatterà il 1° novembre. La riorganizzazione comporterà una diminuzione del numero di Ztl e Zcs, che passeranno rispettivamente da 5 a 2 settori e da 14 a 5 zone. Tante le novità in arrivo: eccole.

-

Scatta il prossimo 1° novembre la rivoluzione della sosta: una riorganizzazione che comporterà una sostanziale semplificazione di Ztl e Zcs, che passeranno rispettivamente da 5 a 2 settori e da 14 a 5 zone.

RENZI. “Il piano della sosta rappresenta una rivoluzione ispirata da tre criteri – ha spiegatoil sindaco Matteo Renzi – il primo è quello della semplificazione che porta con sé la possibilità di trovare più facilmente posto in un’area più ampia rispetto al passato. Il secondo è quello della libertà di movimento. D’ora in avanti la possibilità di usufruire delle facilitazioni un tempo riservate alla Carta lavoro è allargata anche a chi ha esigenze diverse da quelle lavorative. Il permesso sosta costerà, però, un po’ di più rispetto all’abbonamento del trasporto pubblico. In questo modo garantiamo la possibilità a chi vuole di spostarsi con l’auto privata, ma contemporaneamente manteniamo la centralità del trasporto pubblico locale. L’ultimo criterio è facilitare l’interscambio tra mezzo privato e pubblico, e per questo verranno progressivamente restituiti fino a 7mila posti bianchi nelle zcs periferiche dove si può parcheggiare liberamente l’auto e che potranno essere utilizzati come parcheggi scambiatori”.

SEI MESI DI PROVA. Il nuovo piano andrà a incidere in modo rilevante sulle abitudini dei fiorentini. Per questo il sindaco Renzi ha precisato che “ci saranno sei mesi di verifica tecnica delle cose che non funzionano. Alcuni problemi sono già emersi sulla base delle segnalazioni dei cittadini e stiamo lavorando per individuare le soluzioni”.

RESIDENTI. In merito ai contrassegni per i residenti a 30 euro, è stato precisato che non cambia niente: per parcheggiare ai residenti basterà esporre la fotocopia del libretto di circolazione e non ci sarà nessun contrassegno da acquistare e nessuna spesa di 30 euro da sostenere. La delibera con cui la giunta il 14 settembre ha varato il piano della sosta prevede l’ipotesi, nel 2011, di introdurre un contrassegno anti-furbi per evitare le contraffazioni delle fotocopie, ma ancora è tutto da valutare.

Ecco come sarà organizzata la sosta in città:

ZTL

La nuova Ztl è costituita da due soli settori (A e B) e rispetto alla precedente è ampliata per comprendere tutta l’area della stazione di Santa Maria Novella e via Tripoli. Il settore A rimane sostanzialmente invariato rispetto alla vecchia Ztl, con l’inglobamento della zona del Mercato Centrale di San Lorenzo fino a piazza dell’Unità e della piazza di Santa Maria Novella. Il settore B comprende tutto il rimanente territorio e riunifica i vecchi settori B, C, D ed E. Nessun cambiamento per gli orari di validità: dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30; il sabato dalle 7.30 alle 18.

Gli accessi. Gli autorizzati potranno accedere alla Ztl indistintamente da tutti i varchi a esclusione di quelli riservati al trasporto pubblico e della porta telematica di piazza dell’Unità che è riservata agli autorizzati del settore A. Rimane il divieto al transito nel settore A per gli autorizzati del settore B.

I permessi già attivi. I permessi rilasciati al 1° novembre 2010 rimangono validi fino alla loro data naturale di scadenza. I contrassegni per i vecchi settori B, C, D ed E consentiranno l’accesso e la sosta in tutto il nuovo settore B. I telepass già rilasciati verranno automaticamente abilitati al transito nei nuovi settori.

Le nuove scadenze dei permessi e costi. Tutti i nuovi permessi avranno una validità massima di quattro anni, compresi quelli per i residenti. La data di scadenza sarà la stessa per il contrassegno ed il telepass.

I costi. Il costo del telepass e il canone di servizio rimangono invariati. Il costo del contrassegno è pari a 30 euro e quello dell’interoperabilità (ovvero l’abilitazione del telepass autostradale) a 16 euro. Per gli autorizzati non residenti il telepass per la sola Ztl costa 48 euro, cui si aggiunge il canone annuale di 65 euro. Il costo dei permessi temporanei, rilasciabili per un massimo di tre giorni consecutivi, sarà di 5 euro per ciascun giorno di validità.

Accesso ztl per invalidi. I titolari di contrassegno invalidi possono richiedere un telepass abilitato all’accesso in Ztl, che sarà abbinato a un massimo di due targhe. In caso di impiego di veicolo diverso da quelli abbinati al telepass, dovrà essere contattato il numero verde 800/339891 per comunicare la targa del mezzo impiegato.

Accesso ztl per ospedale Santa Maria Nuova. Nell’orario Ztl che deve andare all’ospedale di Santa Maria Nuova per prestazioni sanitarie non dovrà più transitare obbligatoriamente sull’unico itinerario con accesso da via Alfieri ma potranno raggiungerlo percorrendo tutti gli itinerari alternativi. Sono comunque consigliati i varchi di Corso Tintori, via dell’Agnolo e via Alfieri. Rimane invariata la procedura di compilazione dell’apposita modulistica presso l’ospedale per evitare la sanzione. Per la sosta nel parcheggio riservato a pagamento di piazza Brunelleschi non sarà più necessario ritirare l’apposito tagliando della emettitrice di via Alfieri ma sarà sufficiente esporre una semplice autodichiarazione.

ZCS

Il territorio è suddiviso in 5 zone al posto delle 14 precedenti. Le zone corrispondono ai 5 quartieri, fatta eccezione per la Zcs 1 che si estende intorno alla Ztl. In dettaglio, la nuova Zcs 1 corrisponde alle vecchie 1, 2, 3, 4, 6 e 7. La Zcs 2 si estende sulle aree che prima ricadevano nelle 5 e 13. La Zcs 3 ingloba le vecchie 8 e parte della 6 (zona delle Due Strade) mentre la Zcs 4 è la somma delle vecchie 10, 11 e parte della 6 (zona piazza Paolo Uccello). Infine la Zcs 5 che corrisponde alle vecchie 9, 11 e 14.

“Gratta e sosta” in tutte le 5 zone. Acquistando un abbonamento mensile del tipo “gratta e sosta” (disponibile presso bar, edicole, tabaccherie convenzionate) o abbonamento annuale disponibile presso i punti SAS, è possibile parcheggiare nelle zone diverse da quelle di residenza, all’interno degli spazi delimitati dalle strisce blu di sosta promiscua.

Posti auto anche per non residenti. Nelle Zcs 2, 3, 4, 5 si trovano degli spazi sosta di colore bianco dove si può parcheggiare liberamente l’auto, distinguibili dagli spazi per residenti tramite cartello.

I colori della sosta. I posti sono individuati da due tipologie di colori: il bianco (0-24) e il blu (8-20). I posti delimitati dalla segnaletica bianca sono riservati ai residenti delle zcs di appartenenza oppure sono spazi liberi alla sosta di tutti. I posti individuati dalla segnaletica orizzontale blu possono essere a sosta promiscua (ovvero spazi a pagamento mediante tariffa oraria o abbonamento e gratis per i residenti delle zcs di appartenenza) oppure riservati alla sosta a rotazione (spazi a pagamento solo a tariffa oraria ma senza abbonamento e per i residenti gratis della zcs di appartenenza negli orari 8-9 e 18-20). Durante la sosta è obbligatorio esporre l’autorizzazione. Per i residenti non cambia niente: basta esporre la fotocopia del libretto di circolazione. Gli altri dovranno esporre il ticket di pagamento o l’abbonamento. Tutti i contrassegni attualmente rilasciati e in corso di validità resteranno validi fino a scadenza. Consentiranno la sosta nella nuova zcs che ha inglobato la vecchia di riferimento.

Le tariffe. La sosta nelle zcs avrà costi diversi: parcheggiare nella zcs 1, quella adiacente alla ztl, costerà di più; nelle altre le tariffe saranno uguali. Zcs 1: negli spazi a rotazione la sosta costerà 2 euro la prima ora (frazionabile) e 3 euro dalla seconda ora in poi (frazionabile). Negli spazi a sosta promiscua il costo è 1,5 euro all’ora (frazionabile). Sono previsti anche abbonamenti per gli spazi di sosta promiscua: quello mensile ha un costo di 50 euro, quello annuale di 500 euro. Zcs 2, 3, 4 e 5: negli spazi a rotazione la sosta costerà 1 euro la prima ora (frazionabile) e 2 euro dalla seconda ora in poi (frazionabile). Negli spazi a sosta promiscua il costo è 1 euro all’ora (frazionabile). L’abbonamento mensile per gli spazi di sosta promiscua per singola zcs costerà 40 euro, quello annuale 400 euro. Negli spazi di sosta promiscua ubicati nelle strade della zcs 5 adiacenti al policlinico di Careggi il costo è di 0,50 euro ogni ora frazionabile. Ecco le strade interessate: via Alderotti (limitatamente al tratto via Borghi-largo Palagi), viale Morgagni (limitatamente al tratto via borghi-viale Pieraccini), largo Palagi, viale Pieraccini, via Cosimo il Vecchio, via delle Oblate, largo Brambilla, piazza di Careggi. Nelle ore notturne (20-8) la sosta negli spazi blu sarà gratuita per tutti.

Ultime notizie

Covid Toscana, casi ancora sopra ai 1.200: i dati del 26 febbraio

I dati del bollettino Covid della Toscana del 26 febbraio: casi di coronavirus ancora sopra quota 1200, preoccupazione per la zona rossa

Riapertura palestre, via libera alle lezioni individuali: cosa significa

Il nuovo protocollo del Cts apre alle lezioni individuali per la riapertura delle palestre: quali sono, cosa significa e da quando

Slitta ancora la riapertura delle palestre: oggi si decide fino a quando restano chiuse

Oggi la decisione sulla riapertura delle palestre: almeno un altro mese di chiusura, nel nuovo Dpcm si decide quando riapriranno

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Si allontana la zona gialla. Il colore della Toscana la prossima settimana è probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo c'è il rischio di passare da zona arancione a rossa. E intanto scatta il lockdown a Pistoia e Siena