venerdì, 4 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Coronavirus in Toscana, 11 nuovi...

Coronavirus in Toscana, 11 nuovi casi. Due positivi dai test negli aeroporti

Dieci nuovi casi e di nuovo un paziente in terapia intensiva: dati e notizie di oggi, 5 agosto, sul coronavirus in Toscana

-

Undici nuovi casi, due dei quali rilevati in aeroporto grazie ai test sui passeggeri in arrivo. È un’altra giornata di aumenti in doppia cifra per quanto riguarda i positivi al coronavirus in Toscana, dove non si registrano nuovi decessi e ci sono 5 guarigioni in più da ieri: ecco dati e ultime notizie di oggi, mercoledì 5 agosto.

Due positivi trovati con i test in aeroporto

I casi in totale, dall’inizio dell’epidemia sono 10.530 in Toscana, di cui 415 attualmente positivi. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 438.634, 3.893 in più rispetto a ieri.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri. Sono 3.301 i casi complessivi ad oggi a Firenze (1 in più rispetto a ieri), 563 a Prato, 756 a Pistoia, 1.057 a Massa, 1.398 a Lucca (6 in più), 959 a Pisa (2 in più), 487 a Livorno, 695 ad Arezzo, 431 a Siena, 412 a Grosseto (2 in più). Sono 471 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 282 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 412 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 542 casi x100.000 abitanti, Lucca con 360, Firenze con 326, la più bassa Livorno con 145.

Coronavirus in Toscana: bollettino e notizie del 5 agosto

Complessivamente, 397 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (10 in più rispetto a ieri, più 2,6%).
Sono 1.372 (32 in più rispetto a ieri, più 2,4%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 18 (stabili rispetto a ieri), nessuno in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).

Le persone complessivamente guarite sono 8.978 (1 in più rispetto a ieri, più 0,01%): 132 persone clinicamente guarite (4 in meno rispetto a ieri, meno 2,9%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 8.846 (5 in più rispetto a ieri, più 0,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi non si registrano nuovi decessi. Restano quindi 1.137 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 417 a Firenze, 52 a Prato, 81 a Pistoia, 174 a Massa Carrara, 144 a Lucca, 90 a Pisa, 63 a Livorno, 50 ad Arezzo, 33 a Siena, 25 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 30,5 per 100.000 residenti contro il 58,3 per 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (89,3), ), Firenze (41,2) e Lucca (37,1, il più basso a Grosseto (11,3).

Ultime notizie

La Toscana cambia colore: cosa si può fare in zona arancione, le regole

La Regione Toscana muta colore, ma cosa cambia qual è la differenza tra zona arancione e zona rossa? Ecco tutte le novità e le regole da rispettare

Dpcm 3 dicembre in Gazzetta Ufficiale: testo integrale (pdf) del decreto

Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale entra in vigore il nuovo decreto della Presidenza del Consiglio: dove scaricare e leggere il testo completo del Dpcm del 3 novembre con le regole per Natale, Capodanno e l'Epifania

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dal 4 dicembre 2020

Spostamenti tra regioni, coprifuoco, negozi, apertura dei ristoranti, palestre e feste in casa a Capodanno: cosa cambia dopo il 4 dicembre con l'uscita del nuovo Dpcm e con il decreto legge Natale

Coprifuoco anche a Natale e Capodanno: nuovo Dpcm, orario più lungo

Coprifuoco alle 22 anche durante le feste, comprese le notti di Natale, vigilia e Capodanno. Il nuovo decreto non salva né il cenone della vigilia né il veglione di San Silvestro