Chiusura anticipata dell’anno scolastico per l’Ipssar Buontalenti di via dei Bruni. Oggi il controsoffitto di un’aula è venuto giù. “Ringraziamo il Patto di stabilità”, commenta amareggiato l’assessore provinciale Giovanni Di Fede.

CROLLO. Fortunatamente l’incidente ha coinvolto un locale non adibito alle lezioni, dunque non ci sono state conseguenze per gli studenti né per il personale scolastico. Se non quella per cui domani la scuola rimarrà chiusa. Vacanze anticipate di un giorno.

RABBIA. “Il crollo del controsoffitto è una diretta conseguenza del Patto di stabilità – dichiara con rabbia l’assessore provinciale all’istruzione Giovanni Di Fede – che vincola la nostra capacità di spesa e ci obbliga a non impegnare risorse che pure abbiamo per investimenti fondamentali, soprattutto per la messa in sicurezza degli istituti scolastici”.

SOPRALLUOGO. Il cedimento arriva a breve distanza di tempo dal sopralluogo compiuto in tutte le scuole del territorio dal Provveditorato alle Opere Pubbliche. Al termine delle rilevazioni emerse che l’investimento necessario per la sistemazione di tutte le scuole d’Italia avrebbe richiesto numerosi miliardi di euro. Lo stanziamento di risorse fu fissato successivamente in un miliardo di euro. Finanziamento poi ridotto a 700 milioni ed oggi in via di distribuzione solo per 350milioni.
“Neppure un euro è arrivato alla Provincia di Firenze – denuncia Di Fede -. Noi siamo sempre pronti a prenderci le nostre responsabilità, ma è evidente che in questo caso non possiamo dirci né inadempienti né in ritardo sulle opere. Possiamo solo ringraziare il Patto di stabilità che non ci permette di sistemare adeguatamente le nostre scuole”.